2 Feb 2022

Extinction Rebellion: una nuova azione di disobbedienza civile per il clima

Scritto da: Redazione

Continuano le azioni di Extinction Rebellion per chiedere che le istituzioni si attivino ora per la giustizia climatica. Ieri, nell'ambito della campagna “Ultima Generazione - Assemblea Cittadina ORA!”, attivisti e attiviste del movimento hanno tracciato delle scritte all'interno del Ministero della Transizione Ecologica.

Roma, Lazio - Ieri, martedì 1° febbraio, 14 persone sono entrate nel Ministero della Transizione Ecologica scrivendo sulle pareti “Ministero della truffa” e ” Ministero delle bugie”. L’azione è stata portata avanti da cittadine e cittadini preoccupati/e per l’inazione della politica partitica e del Ministero deputato nei confronti del collasso ecologico e climatico.

In 26.000 e-mail inviate al Ministero e ai suoi collaboratori, i sostenitori della campagna hanno chiesto che sia calendarizzato un incontro pubblico con il Presidente del Consiglio e alcuni Ministri/e in cui si dibatta della situazione eco-climatica e degli impatti sulla popolazione italiana e si pretenda maggiore partecipazione democratica tramite l’indizione di una Assemblea di Cittadini/e.

Le e-mail non hanno ricevuto risposta: da qui la prima azione di imbrattamento messa in atto dalla campagna di Extinction Rebellion “Ultima Generazione – Assemblea Cittadina ORA!. Molte delle persone che hanno preso parte ai blocchi stradali di dicembre, hanno violato per la decima volta il foglio di via da Roma e sono consapevoli di rischiare delle condanne severe.

Extinction Rebellion clima

Laura, una delle persone in strada, ha dichiarato: «Da quando si è insediato, il Ministero della Transizione Ecologica è stato un Ministero solamente “di facciata” e ha portato avanti provvedimenti contrari a una reale transizione e lontani dai bisogni della popolazione. Come cittadina preoccupata prendo parte a questi atti eclatanti di disturbo e imbrattamento per attirare l’attenzione sulle nostre richieste e chiedere un incontro con i Ministri».

«Con le Assemblee Cittadine – prosegue l’attivista – avrà inizio un cambiamento culturale fondamentale per creare consapevolezza e ottenere maggiore democrazia, mettendo nelle mani persone comuni di diversa estrazione maggiore responsabilità per una transizione giusta».

Le persone che aderiscono alla campagna “Ultima Generazione” continueranno a ripetere atti di disobbedienza civile nonviolenta finché i rappresentanti del Governo – Draghi, Carfagna, Patuanelli, Cingolani, Giorgetti, Orlando – non concederanno loro un incontro pubblico esponendo pubblicamente la posizione del Governo in merito alla necessità di agire radicalmente per contrastare la crisi ecologica e climatica.

Molte delle persone che hanno preso parte ai blocchi stradali di dicembre sono consapevoli di rischiare delle condanne severe

Ai Ministri e alle Ministre si chiederà di indire un’Assemblea di Cittadini/e nazionale deliberativa sulla giustizia climatica ed ecologica. Se l’incontro pubblico non verrà concesso, le persone sono pronte a tornare in strada, ancora più numerose, ad aprile prossimo.

La campagna verrà presentata a Roma sabato 5 febbraio alle 14.00 presso Orto Insorto, in via degli Angeli 140; i giornalisti sono invitati a diffondere l’evento a mezzo stampa e a partecipare. Invitiamo cittadini e cittadine a una partecipazione attiva.

Extinction Rebellion – Ultima Generazione – Assemblea Ora

Le attività della campagna sono state finanziate tramite crowdfunding e dal Climate Emergency Fund.

Articoli simili
Piccoli ruscelli e grandi sfide: proteggiamo i pesci nel Po, minacciati dal cambiamento climatico
Piccoli ruscelli e grandi sfide: proteggiamo i pesci nel Po, minacciati dal cambiamento climatico

Allerte meteo, cambiamenti climatici e possibili soluzioni: parola a Cristiano Bottone
Allerte meteo, cambiamenti climatici e possibili soluzioni: parola a Cristiano Bottone

Una carovana per monitorare lo stato di salute dei ghiacciai italiani
Una carovana per monitorare lo stato di salute dei ghiacciai italiani

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Oggi “sciopero creativo” per il clima e per il futuro!

|

La Sicilia Che Cambia: vi raccontiamo cosa sta succedendo sull’isola!

|

Retake scende in campo per il World Cleanup Day: milioni di persone puliscono il territorio

|

Zō trasforma Catania in un centro internazionale della rivoluzione artistica e musicale

|

Andrea di Nebraie: “Sono tornato in val Borbera per far rinascere il territorio”

|

Impresa che cambia: scopriamo gli esempi virtuosi insieme ai loro protagonisti

|

Italia Che Cambia si presenta! Un viaggio lungo dieci anni per raccontare il cambiamento