5 Set 2022

Da Wonder Grottole una guida per scoprire il territorio, le comunità e i progetti virtuosi

Dopo aver avviato e dato corpo a numerosi progetti di attivazione territoriale in un piccolo borgo della Basilicata, Wonder Grottole propone una guida che aiuta a scoprire queste terre, le persone che le abitano e i progetti che le animano. L'obiettivo? Proporre nuovi modelli turistici fondati sull'esperienza e sulle relazioni umane.

Matera, Basilicata - Quello che è successo a Grottole, piccolo e affascinante borgo della Basilicata, ha fatto il giro del mondo. Migliaia di persone da cinque continenti hanno infatti risposto a un appello che suonava più o meno così: “Prendetevi un anno sabbatico, venite ad abitare in questo antico borgo e aiutateci a farlo rivivere!”. A lanciarlo Wonder Grottole, l’impresa sociale che lavora per riabitare il centro storico dell’omonimo paese grazie alla rigenerazione di case abbandonate e alla creazione di una nuova comunità.

Dietro questa sigla si cela, fra gli altri, Andrea Paoletti, vecchia conoscenza di Italia che Cambia e fondatore di Casa Netural, che ha portato una ventata positiva di innovazione sociale in quest’area d’Italia, sapendo trarre il meglio che questa terra ha da offrire sempre in maniera consapevole, gentile, lenta e condivisa.

wonder grottole1
Il borgo di Grottole
LA GUIDA

Questa estate il mosaico di Wonder Grottole si è arricchito di una nuovo tassello. Per promuovere una nuova visione di viaggio infatti, in collaborazione con Netural Coop, l’impresa sociale ha realizzato una speciale guida, un mini libro digitale fotografico che celebra il territorio della Basilicata, le sue comunità e i progetti attivi che generano impatto positivo favorendo incontri interessanti e ispirazionali per i viaggiatori.

La guida, disponibile in italiano ed inglese, è gratuita e per scaricarla basta visitare il sito. Al suo interno oltre alle mappe digitali con l’elenco di esperienze che si possono vivere nella città di Matera e del borgo di Grottole, è possibile scoprire un folto numero di progetti e di luoghi da esplorare in tutta la regione, ognuno con la sua storia da condividere e sensazioni uniche da provare. Una guida per diventare spettatore in un teatro nei calanchi, esploratore sull’Appennino Lucano, ricercatore di cetacei nel mar Jonio, avventuriero nelle rapide di un fiume e molto di più.

«Nei piccoli paesi della Basilicata sempre più professionisti insieme alle persone locali stanno creando progetti per far avvicinare gli abitanti delle città alla terra, per far vivere i ritmi naturali del mondo, per far osservare con consapevolezza ciò che ci circonda», aveva dichiarato Andrea Paoletti quando, nel 2020, fu presentata una prima versione della guida.

wonder grottole13

La guida 2022 non si ferma alla sola Basilicata, puntando a essere uno strumento tramite cui scoprire un nuovo Sud Italia fatto di esperienze autentiche a contatto con le comunità locali. È il fattore umano che oggi determina il viaggio: esperienza, condivisione dei contatti, partecipazione, nuove amicizie. Per vivere a maggiore intensità e creare un impatto positivo sui territori.

MAKE TRAVEL MATTERS: IL VALORE SOCIALE DEL VIAGGIARE

“Perché abbiamo voglia di partire quando il mondo non è più quello a cui eravamo abituati? Per cambiare orizzonte, certo. Ma soprattutto visione”, osservano gli autori della guida. Il trend, dicono le ricerche, parla sempre meno di attitudine al turismo e sempre più di desiderio di vivere, lavorare e avere relazioni in modo sicuro, lontano da casa. Lo testimoniano anche le nuove tendenze lavorative legate allo smart working, che abbiamo recentemente analizzato in questo articolo.

Make travel matters, far sì che muoversi abbia un significato, che faccia la differenza: più che la destinazione, conterà la qualità della storia. E cosa incide sul valore di uno storytelling? I suoi protagonisti e la possibilità di incontrarli. Persone che parlano lingue e dialetti diversi, ma con una mentalità in comune, che mettono a disposizione le proprie conoscenze per seminare la realtà di domani.

È possibile scoprire un folto numero di progetti e di luoghi da esplorare, ognuno con la sua storia da condividere e sensazioni uniche da provare

GROTTOLE, UN PAESE-LABORATORIO

Ma torniamo a Wonder Grottole, l’impresa sociale con l’obiettivo di favorire la rigenerazione del centro storico del borgo di Grottole, in provincia di Matera, grazie al recupero di alcune case in disuso, unito all’attrazione di nuove energie dall’esterno in connessione e scambio con la comunità locale, in modo tale da creare nuovi sguardi, idee, opportunità che possano essere segnali di cambiamento in grado di aiutare a generare fiducia e riattivare l’economia locale.

Oggi, a quasi quattro anni dalla nascita del progetto, Grottole è un paese-laboratorio, dove è possibile sperimentare progetti pilota di rigenerazione attraverso diversi dispositivi – residenze, coprogettazione, call – e utilizzando di volta in volta degli oggetti diversi – edifici in disuso, monumenti storici, memoria locale.

Come accennato in apertura, nel 2019 Wonder Grottole ha lanciato il programma di residenza Italian Sabbatical in partnership con Airbnb, una call che ha raccolto 280.000 richieste da tutto il mondo. Nel 2022 ha creato Wonder Bee & Bee, il primo apiario al mondo in cui è possibile dormire circondati da un milione di api ed è stato selezionato per il programma di residenze artistiche Nouveau Grand Tour dell’ Ambasciata di Francia in Italia.

Articoli simili
Aree interne, un tesoro che va valorizzato – Un viaggio lungo dieci anni #4
Aree interne, un tesoro che va valorizzato – Un viaggio lungo dieci anni #4

La storia di Monticchiello, il borgo rinato grazie al teatro di comunità fatto dagli abitanti
La storia di Monticchiello, il borgo rinato grazie al teatro di comunità fatto dagli abitanti

Borghi contro paesi: è necessario un dibattito per capire come valorizzare tutte le aree interne
Borghi contro paesi: è necessario un dibattito per capire come valorizzare tutte le aree interne

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Il nucleare continua a non avere senso – #589

|

Scegliere: la piccola rivoluzione di chi decide come vuole costruire la propria vita

|

La storia di Roberta, da Genova alla val Borbera: “La mia nuova vita circondata dalla lavanda”

|

Dal kintsugi al boro sashiko, le arti giapponesi che insegnano a ricomporre gli oggetti rotti valorizzandoli

|

Decennale di Italia Che Cambia: le emozioni di una settimana speciale

|

Disability Pride, una parata perché la disabilità non resti una questione per pochi

|

Ben(i)tornati, ecco come l’Italia riprende vita grazie alla rigenerazione e al riuso

|

Francesca della Giovampaola, da giornalista di città a divulgatrice della permacultura