5 Gen 2023

Libri e Letture Vagabonde, in Sicilia si donano libri per permettere a tutti un libero accesso alla cultura

Secondo l'Istat in Sicilia nel 2021 l’80% della popolazione non ha letto neanche un libro. Dati preoccupanti che raccontano di un tessuto sociale quasi sempre abbandonato dalle istituzioni. Lella e Fabio hanno dato vita a Libri e Letture Vagabonde, un’iniziativa per permettere a tutti un libero accesso alla cultura attraverso i libri.

Ragusa - La storia di Fabio e Lella sembra la trama di un libro. Capitoli di esperienze in giro per l’Italia, di cambiamenti, di passione e impegno raccordati da un filo conduttore che li lega: la solidarietà e il rispetto profondo verso le altre creature. La loro storia ha davvero a che fare con i libri, in diversi modi e con diverse forme. Milanesi di origine, sono approdati nel profondo sud, tra Pozzallo e Ispica, e dopo diversi inverni trascorsi qui hanno deciso di fermarsi per qualche tempo.

«La lettura e la scrittura fanno parte di noi. Di recente abbiamo scritto un libro Da Milano alla Sicilia, trasferirsi al mare tra sole e spine, che racconta il nostro trasferimento, la meraviglia e lo stupore che si provano conoscendo questa terra ricca di estremi, alla ricerca di un equilibrio impossibile. La nostra risposta ai tanti che ci chiedono come ci troviamo», raccontano in coro Fabio e Lella. 

libri e letture

Parlare della Sicilia richiede tempo ed elaborazione. Da siciliana comprendo bene la loro “difficoltà”. Fabio scrive da sempre, Lella invece fa eco-editoria creativa, realizza libelli creativi con scarti cartacei, calendari, piccoli libri d’artista che ha sempre venduto in giro per eventi e laboratori dedicati ai libri in tutta Italia. Hanno sempre partecipato al Maggio dei libri, alle tante iniziative per promuovere la lettura, alle feste dei libri in giro per l’Italia. Si aspettavano di poter fare lo stesso in Sicilia, invece…

«Nel territorio in cui viviamo ci sono biblioteche poco fornite e aggiornate. Ci ha sorpreso molto questa mancanza. È difficile trovare anche librerie. Abbiamo così pensato al progetto Libri e Letture Vagabonde. Regaliamo libri di tutti i generi e formati durante feste pubbliche e private, iniziative cittadine, mercatini. Prepariamo un nostro banchetto con tanti libri per promuovere la lettura. Sempre in maniera gratuita». 

All’inizio distribuivano i libri che avevano in casa e che avevano già letto, dopo poco tempo sono arrivati molti altri donatori. L’associazione di volontariato Book-Cycle, il ri-ciclo del libro, ad esempio, si è innamorata dell’iniziativa di Lella e Fabio e periodicamente spedisce in Sicilia centinaia di libri a cui ridare una nuova vita.

L’obiettivo è per entrambi quello di permettere a tutti un libero accesso alla cultura attraverso il mezzo più semplice, il libro appunto, strumento di conoscenza e crescita personale potentissimo. Ma anche trasformarlo in un oggetto di uso quotidiano, con cui prendere confidenza. Donarlo, metterlo in circolo genera nuovi processi, passa nelle mani di più persone che la prima volta si fermano solo a sfogliarlo e poi chissà.

Cibo per la mente e cibo per la pancia, libri e pane nello stesso luogo

 

«I dati Istat sono drammatici, nel 2021 l’80% dei siciliani non ha letto nemmeno un libro distaccandosi fortemente da tutte le altre regioni. Ai nostri occhi è un’emergenza culturale e per fronteggiarla, nel nostro piccolo, abbiamo pensato di regalarli. Abbiamo notato anche che le istituzioni sono completamente assenti, non ti rispondono e non mostrano alcun tipo di interesse, al contrario delle persone. Non pensiamo che i siciliani non vogliano leggere, ma se trovare una libreria diventa difficile o la biblioteca comunale è poco conosciuta diventa complicato. Durante le nostre iniziative i libri vanno a ruba e molti ci chiamano per regalarceli», continuano Lella e Fabio. 

Libri e Letture Vagabonde è nato poco prima della pandemia. Piccoli incontri, presentazioni, reading in teatri, parrocchie, società del mutuo soccorso, associazioni, circoli della CGIL, aziende agricole durante i lavori stagionali. Nonostante la pandemia Lella e Fabio non si sono fermati. Hanno costruito un loro banchetto con libri da regalare negli unici posti aperti: le panetterie. Cibo per la mente e cibo per la pancia, libri e pane nello stesso luogo.

libri

Quindici panetterie tra Sampieri, Modica, Ispica, Ragusa, Pozzallo avevano un banchetto con i libri in esposizione. Lella e Fabio si sono integrati molto bene nel contesto in cui vivono. Non solo mare e sole, ma soprattutto tanto volontariato, dono e scambio attraverso il banco alimentare, il centro del riuso e le tante iniziative con Libri e Letture Vagabonde.

«Noi viviamo molto la Sicilia, non sappiamo se sarà la nostra destinazione finale. La nostra non è la visione limitata che hanno i tanti che sognano di venire a vivere qui e dopo poco averlo fatto decidono di andare via perché non riescono ad adattarsi alle oggettive difficoltà di questi luoghi. C’è chi torna, è vero, ma c’è anche chi va via dopo pochi anni. Noi viviamo vicino una spiaggia straordinaria dove ancora nidificano le tartarughe. Il clima è straordinario, e non solo quello meteorologico, qui trovi dal siciliano stretto agli americani, spagnoli e gente di tutto il mondo. Un mélange straordinario. Ma le difficoltà sono tante» concludono Lella e Fabio. 

Recuperare libri e regalarli è anche una scelta ecologica. Grazie a Libri e Letture Vagabonde si diffondono sane abitudini e opportunità per gettare semi di cultura e consapevolezza!

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Hangar Piemonte e il percorso per accompagnare le organizzazioni verso il cambiamento
Hangar Piemonte e il percorso per accompagnare le organizzazioni verso il cambiamento

Nicolas De Jesus, l’artista che con le sue opere racconta le lotte e le sofferenze dei popoli nativi
Nicolas De Jesus, l’artista che con le sue opere racconta le lotte e le sofferenze dei popoli nativi

Theresa Van Cherry, l’artista lituana che illustra la vita attraverso gli occhi della Natura
Theresa Van Cherry, l’artista lituana che illustra la vita attraverso gli occhi della Natura

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Usa e Germania inviano i carri armati: cosa succede? – #660

|

Stato Bradipo: nell’era della fast fashion, un progetto di moda lenta, etica ed ecologica

|

Associazione vittime dell’uranio impoverito: “Con le esercitazioni Nato in Sardegna è in atto un massacro”

|

Dall’Australia a Mussomeli. Danny McCubbin con The Good Kitchen prepara pasti gratis per chi ne ha bisogno

|

L’endocrinologo Giovanni Frajese: i vaccini a mRNA influiscono sul sistema ormonale?

|

Wakhan, il corridoio che collega Cina e Afghanistan dove le minoranze vengono sacrificate

|

Veronica Saetti racconta Buy Nothing, il modello economico fondato sul dono e sulle relazioni

|

Kukì e il canto del fiume