La Voce dell’Astice

I crostacei rappresentano l’apoteosi dell’indifferenza; sono davanti ai nostri ogni giorno nei supermercati, negli acquari dei ristoranti con le chele legate o adagiati sul ghiaccio vivi, per essere trasformati in una cena. La loro sofferenza termina con una morte lenta e crudele, vengono buttati vivi nell’acqua bollente. Solo perché non siamo in grado di recepire i loro suoni o perché la loro mimica facciale è inesistente non significa che essi non soffrano! L’astice, dunque, come portavoce di tutti gli esseri viventi senza voce! Non sarà però uno spazio in cui si punterà solo il dito! Sarà un luogo dove coloro che entrano per pura curiosità o ispirati da motivazioni etiche, ambientali o salutistiche, possono trovare delle proposte alternative, rispettose verso gli altri animali, adatte ad uno stile di vita non violento.

Il problema della siccità non è scomparso – #661

|

Hangar Piemonte e Italia che Cambia insieme per raccontare la trasformazione culturale

|

Arte per combattere il decadimento cognitivo: una figlia racconta la storia di sua madre malata di Alzheimer

|

La storia di Francesca Mazzara, fra volontariato, attivismo, solidarietà e antispecismo

|

Istruzione, merito, umiliazione… Che futuro per la scuola italiana? – A tu per tu + #3

|

Mouloud, la bottega tessile nata sulle isole Eolie tra tradizione e sostenibilità ambientale e sociale

|

Baskin, il basket più bello e più inclusivo in cui atleti disabili e non giocano insieme

|

Ashoka fellow: è aperta la chiamata per innovatori e innovatrici sociali da inserire nella rete