24 Lug 2019

Meglio un’estate al mare che un mare di Estathè

Scritto da: Redazione

L'associazione Zero Waste Italy - partner di Italia che Cambia insieme al Movimento per la Decrescita felice nella campagna permamente #stopusaegetta - si rivolge al Gruppo Ferrero per chiedere la sostituzione del Bicchierino Estathè che, oltre ad alimentare i livelli già drammatici dell'inquinamento da plastica, rappresenta l'emblema della cultura usa e getta.

Alla Cortese Attenzione di Gruppo Ferrereo Spa

 

Spett.ble Gruppo Ferrero Spa
È con questa terza lettera che ci rendiamo nuovamente portavoce di una richiesta doverosa per noi e degna di attenzione per un’azienda leader nel suo settore.

 

Come Centro Ricerca Rifiuti Zero torniamo a chiedere a gran voce la sostituzione del Bicchierino Estathè in quanto, oltre all’evidentissimo danno ambientale, provocato dall’uso della plastica in proporzione importante sul prodotto netto, sono emblema di una cultura “usa e getta” dannosa ed incoerente per la formazione delle nuove generazioni, principali fruitrici del prodotto stesso. Anche in Regioni nelle quali viene osservata un’attenta raccolta differenziata, i Bicchierini rappresentano un neo dannoso perché utilizzati prevalentemente fuori casa.

foto-estathe

 

Vi sono appunto molti episodi di abbandono per le strade, parchi, spiagge ecc oppure, nella migliore delle ipotesi finiscono nei cestini indifferenziati pubblici. Fino ad oggi abbiamo contattato e collaborato con alcune aziende del vostro calibro cercando insieme valide alternative ad imballaggi che risultano ormai superati dai tempi e dannosi per l’ambiente nel quale tutti dobbiamo vivere. Siamo stati felici di avere sempre trovato un riscontro positivo e voglia di crescere guardando al futuro.

 

Abbiamo offerto consulenza gratuita ed alternative valide all’utilizzo della plastica, sia da un punto di vista alimentare che aziendale. Siamo infatti in contatto con un’azienda che già da oggi è in grado di produrre bicchierini e cannucce utilizzando cellulosa idrorepellente. Quindi l’alternativa c’è, esiste!

[av_button_big label=’STOP USA E GETTA! IL FUTURO È ADESSO!’ description_pos=’below’ link=’manually, https://www.italiachecambia.org/2019/07/stop-usa-e-getta-il-futuro-e-adesso/ ‘ link_target=’_blank’ icon_select=’no’ icon=’ue800′ font=’entypo-fontello’ custom_font=’#ffffff’ color=’theme-color’ custom_bg=’#444444′ color_hover=’theme-color-subtle’ custom_bg_hover=’#444444′ custom_class=”][/av_button_big]

Dato che emerge chiaramente dal vostro sito la tutela e la sostenibilità ambientale, quali principi guida dei rapporti commerciali della vostra azienda, saremo lieti se anche da voi potessimo avere lo stesso riscontro ricevuto già dalle altre grandi imprese sollecitate. Speriamo che questa terza lettera serva a farvi capire che non molliamo mai le nostre battaglie ma che anzi vogliamo vincerle insieme!

 

Rimaniamo fiduciosi.

Per il centro ricerca rifiuti zero del comune di Capannori,
Rossano Ercolini
presidente Zero waste Italy, Zero waste Europe, vincitore Goldman Prize 2013

 

 

Articoli simili
Sea-ty e le reti fantasma: “Liberiamo i fondali dalle attrezzature da pesca abbandonate”
Sea-ty e le reti fantasma: “Liberiamo i fondali dalle attrezzature da pesca abbandonate”

Tre progetti per rendere più accogliente e sostenibile la Costiera Amalfitana
Tre progetti per rendere più accogliente e sostenibile la Costiera Amalfitana

Fabiana: “Con Serendipity offro il mio contributo per un mondo plastic free”
Fabiana: “Con Serendipity offro il mio contributo per un mondo plastic free”

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Sea-ty e le reti fantasma: “Liberiamo i fondali dalle attrezzature da pesca abbandonate”

|

Nasce il Badante agricolo di comunità che aiuta le persone anziane nella cura dell’orto

|

L’apprendimento non va in vacanza: cronaca di un’estate da homeschooler

|

Caltanissetta ricorda i “carusi di Sicilia”, i piccoli schiavi delle miniere di zolfo

|

Paolo Rumiz: i viaggi e la riscoperta dei monti naviganti

|

Sensuability: per uscire vivi, gioiosi e gaudenti dalla morsa dei tabù – Amore Che Cambia #18

|

Alla facoltà di infermieristica gli studenti imparano la gentilezza