Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
2 Set 2020

In Sicilia al via la Festa Internazionale delle Seedballs ispirata a Fukuoka

Scritto da: Redazione

Da oggi fino al 24 settembre si terranno in Sicilia numerosi eventi per la Festa Internazionale delle Seedballs ideate da Masanobu Fukuoka. Gli obiettivi dell'evento sono molteplici, dalla ripiantumazione delle aree verdi colpite da incendi e deforestazione alla diffusione di una cultura ecologica più profonda e consapevole.

La tecnica delle palline di semi è stata ideata dal botanico, filosofo e agricoltore giapponese Fukuoka, autore del bellissimo libro “La rivoluzione del filo di paglia”. Questa tecnica è stata utilizzata, ad esempio per generare foreste alimentari, per rinverdire territori colpiti da calamità naturali e desertificazione e per realizzare interventi di “guerrilla gardening”. L’agricoltura naturale di Fukuoka è ispirata al Taoismo e al Buddismo Zen in quanto si basa sul principio del “lasciar fare” alla natura. In questo modo l’agricoltura naturale permette all’uomo di vivere in armonia con la natura e gli animali senza sfruttarli.

Il Centro di Agricoltura Naturale di Edessa (Grecia) è stato fondato da Panos Manikis, allievo diretto di Fukuoka. Fukuoka venne a Edessa per partecipare ad alcune semine nella fattoria naturale e di seguito il Centro di Agricoltura Naturale e Fukuoka organizzarono molte semine di rimboschimento in tutto il mondo.

Vuoi cambiare la situazione
dell'agricoltura in italia?

ATTIVATI

Da più di trentacinque anni la fattoria naturale di Edessa produce cibo sano applicando i principi del metodo di Fukuoka nel completo rispetto per la natura. Allo stesso tempo il Centro si impegna a diffondere la filosofia dell’agricoltura naturale organizzando corsi e laboratori gratuiti in diverse parti del mondo.

La Festa Internazionale delle Seedballs viene organizzata con la collaborazione del Centro di Agricoltura Naturale toccando diverse realtà sparse per la Sicilia, legate alla terra e a modelli naturali di agricoltura, medicina, cultura ed educazione. Sull’isola l’interesse per l’agricoltura naturale è molto grande.

Già l’anno scorso sono stati organizzati diversi laboratori e corsi di agricoltura naturale nel mese di ottobre, mentre a novembre ha avuto luogo una settimana di incontri, laboratori di seedballs e piantumazione, Riforestazione, in collaborazione con diversi comuni della provincia di Messina, associazioni e individui. Durante la settimana di Riforestazione sono stati coinvolti agricoltori, persone interessate, studenti di agricoltura e perfino i bambini di alcune scuole elementari e medie che si sono divertiti a preparare oltre 2000 palline d’argilla e a piantare circa 2000 alberi.

Anche quest’anno c’è stata una grande richiesta di scoprire che cos’è l’agricoltura naturale, partecipare ad attività che insegnano il metodo di Fukuoka ed organizzare semine per rinverdire alcune zone dell’isola. L’obiettivo dell’iniziativa è quindi da un lato creare delle foreste alimentari con il metodo dell’agricoltura naturale e dall’altro apprenderne la filosofia. In totale saranno organizzati sette laboratori tra il 2 ed il 24 settembre in quasi tutte le province della Sicilia. Tutti i laboratori sono a partecipazione gratuita (clicca qui per info e contatti).

Le realtà che ospiteranno questi eventi sono molto diverse tra di loro ma hanno tutte in comune la passione per la natura. In alcuni casi il programma che verrà proposto sarà dunque molto orientato alla progettazione di una food forest con il metodo di Fukuoka, a come risvegliare il suolo, all’osservazione della forma naturale di alberi da frutto e alla produzione di verdure e cereali in agricoltura naturale. In altri casi invece si parlerà più della filosofia e applicazione dell’agricoltura naturale.

Questa iniziativa ha anche come obiettivo il rinverdimento di diverse aree forestali che per esempio sono state colpite da incendi oppure aree disboscate. Per riforestare queste zone verranno preparate e lanciate delle Seedballs con la tecnica di Fukuoka. Il progetto sarà raccontato da un piccolo documentario che racconti come un filo questo viaggio all’insegna dell’amore per la terra e per le persone.

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

L’Europa approva il diritto alla riparabilità! – Io Non Mi Rassegno #267

|

Cinquecento psicologi per aiutare le persone in difficoltà a causa della pandemia

|

La bibliofficina di quartiere: promuovere la socialità tra letture e riparazioni

|

LaCasaRotta: da cascina abbandonata ad ecovillaggio diffuso dove ritornare a essere comunità – Io faccio così #309

|

Pace, inclusione e solidarietà: l’impegno di Melagrana per la tutela dei diritti umani

|

The Great Reset, il futuro prossimo. Come la crisi del Covid potrebbe cambiare il mondo

|

Progetto Happiness: in viaggio intorno al mondo alla ricerca della felicità

|

Irene, la pittrice che dipinge gli sguardi delle donne vittime di violenza