Guglielmo Rapino

Guglielmo, 27 anni, menestrello del caos (che crea) e attivista per i diritti umani. Ha trascorso anni in giro per il mondo, tra progetti no-profit in Congo, studi di ricerca su etica e management a NY e viaggi a pollice in su per le strade di mezza Europa. Dopo la laurea in Giurisprudenza lavora come avvocato praticante non smettendo mai di alternare cravatta e zaino da viaggio. Ripiega l'abito in armadio per dedicarsi alla difesa dei diritti civili di migranti, prostitute e senza dimora, vivendo h24 nelle comunità di accoglienza dove presta servizio. Al momento si trova in Bolivia per seguire diversi progetti di lotta alla povertà e sostegno all'inclusione sociale. Attivista e sognatore, chitarrista da falò, è un fan svergognato dei cartoni Disney e dei murales nascosti nelle periferie delle città. Come giornalista intende dare voce a tutti coloro che ancora credono alla bellezza della diversità per disegnare un graffito di periferia aperto a chiunque voglia dare colore. Seguendo con fede il motto del Cappellaio Matto: "Si può sempre averne più di niente!".

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Le “follie” del Centro America, fra criptovalute e nuove dittature – Io Non Mi Rassegno #386

|

Italia a piccoli passi: due mamme in viaggio per raccontare il Bel Paese

|

Etichetta Consapevole: voi sapete come leggerla?

|

La storia di Lorenza: “Così la ceramica mi ha insegnato a vivere la vita con lentezza”

|

Asili nel bosco, una “foresta di relazioni” per un futuro migliore

|

Humus Job, la rete di aziende etiche per un’agricoltura consapevole – Io faccio così #328

|

Ricominciamo 2021: il Casentino riparte all’insegna di arte, musica e natura

|

Impariamo dagli animali a stare bene con noi stessi e con gli altri