Liala Graziano

Liala Graziano

Al termine della carriera scolastica il mondo del lavoro mi ha riservato compiti manageriali che, nonostante il poco tempo a disposizione, non mi hanno impedito di concludere gli studi di erboristeria, naturopatia e altre discipline umanistiche finalizzate al benessere psicofisico dell'individuo. Presidente di un'associazione culturale di promozione sociale, mi appassiona la ricerca e la divulgazione, tramite conferenze e seminari, di scienze di confine quali l'ufologia, l'archeologia misteriosa, i crop circles e l'utilizzo cosciente delle energie. Ritengo che oggi l'umanità sia a un bivio e che la posta in gioco sia alta, per questo dobbiamo unire le forze e operare in comunione d'intenti con un unico obbiettivo: il cambiamento.

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Colombia, polizia fuori controllo – Io Non Mi Rassegno #364

|

Caso o destino? Storia di un ritorno nella Calabria Che Cambia

|

La battaglia di Claudia per salvare le acque curative dalle speculazioni

|

Eticoscienza, per un’etologia applicata alle nuove sfide ambientali

|

Plogging: un gruppo di amiche contagia l’intera città

|

Cose che dovreste sapere (e nessuno vi dice) sul trasferirsi in campagna

|

Riutilizzo sociale dei beni confiscati alla mafia: l’Italia fa scuola

|

Stella Pulpo: Memorie di una vagina, ieri, oggi e domani – Amore Che Cambia #5