Liala Graziano

Al termine della carriera scolastica il mondo del lavoro mi ha riservato compiti manageriali che, nonostante il poco tempo a disposizione, non mi hanno impedito di concludere gli studi di erboristeria, naturopatia e altre discipline umanistiche finalizzate al benessere psicofisico dell'individuo. Presidente di un'associazione culturale di promozione sociale, mi appassiona la ricerca e la divulgazione, tramite conferenze e seminari, di scienze di confine quali l'ufologia, l'archeologia misteriosa, i crop circles e l'utilizzo cosciente delle energie. Ritengo che oggi l'umanità sia a un bivio e che la posta in gioco sia alta, per questo dobbiamo unire le forze e operare in comunione d'intenti con un unico obbiettivo: il cambiamento.

La teoria dell’evoluzione va ripensata? – #556

|

“La Calabria ci riguarda”. #maipiùstragi, la prima manifestazione nazionale contro la ’ndrangheta a Milano

|

Dal Veneto alla val di Vara: la storia di Maria e del suo richiamo della vita contadina

|

Settevoci, la comunità rurale nata in un casale diroccato nella campagna siciliana

|

Lo spreco d’acqua e la dispersione delle reti idriche: abbiamo un problema

|

Al lavoro con la natura: racconto di un convegno itinerante fra arte, cultura e ambiente

|

Campo e sincronicità: come creare la propria vita con consapevolezza imparando a cogliere certi segnali

|

Hortus, l’orto urbano aeroponico che insegna a ridurre il consumo dell’acqua