Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia

Matteo Ficara

Matteo Ficara

Filosofo, Scrittore e ideatore di Le Stanze dell'Immaginazione®. Da più di dieci anni è ricercatore circa il tema dell'immaginazione, sia in senso accademico-scientifico, che attraverso esperienze dirette. Di queste ricerche pubblica regolarmente le sue scoperte nei libri e nel sito personale. Si occupa anche di filosofia in modo pratico: osservando miti e fiabe moderni e rileggendoli entro le regole di una Filosofia della Specie.

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

L’Europa approva il diritto alla riparabilità! – Io Non Mi Rassegno #267

|

Cinquecento psicologi per aiutare le persone in difficoltà a causa della pandemia

|

La bibliofficina di quartiere: promuovere la socialità tra letture e riparazioni

|

LaCasaRotta: da cascina abbandonata ad ecovillaggio diffuso dove ritornare a essere comunità – Io faccio così #309

|

Pace, inclusione e solidarietà: l’impegno di Melagrana per la tutela dei diritti umani

|

The Great Reset, il futuro prossimo. Come la crisi del Covid potrebbe cambiare il mondo

|

Progetto Happiness: in viaggio intorno al mondo alla ricerca della felicità

|

Irene, la pittrice che dipinge gli sguardi delle donne vittime di violenza