Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
19 Nov 2020

Blue Revolution. L’economia ai tempi dell’usa e getta

Scritto da: Redazione

È necessaria una nuova alleanza tra uomo e ambiente basata sull’economia circolare, che evita gli scarti o li trasforma in valore. Questo il tema al centro di "Blue Revolution. L’economia ai tempi dell’usa e getta", spettacolo che si terrà in live streaming il 24 novembre. Lo spettacolo, presentato nell'ambito del progetto #SOStenibilmente, sarà seguito da un talk con esperti di teatro, economia circolare, graphic novel e cittadinanza attiva al quale parteciperà anche la nostra Daniela Bartolini.

Nell’ambito di #SOStenibilmente di CIFA onlus, SCT Centre Corep insieme ad Associazione Pop Economix e a Il Mutamento, in collaborazione con il Polo del ‘900 per il progetto “Mondi (in)sostenibili”, presentano un evento in streaming dedicato all’economia sostenibile e green.

Lo spettacolo gratuito in live streaming il 24 novembre alle ore 18 “Blue Revolution. L’economia ai tempi dell’usa e getta” con Alberto Pagliarino sarà seguito da un talk con esperti di teatro, economia circolare, graphic novel e cittadinanza attiva, un appuntamento di eccezione inserito nel ciclo di talk online “Blue Revolution Talk Show”, su ambiente e circolarità, promossi da Mercato Circolare, Pop Economix e BeccoGiallo Editore in partnership con il progetto Ecco di Legambiente. Infatti da marzo 2020 Blue Revolution è anche una graphic novel, disegnata da Benni e tratta dallo spettacolo scritto da Alberto Pagliarino, Paolo Piacenza e Nadia Lambiase di Pop Economix, edita da BeccoGiallo Editore.

Vuoi cambiare la situazione
dell'economia in italia?

ATTIVATI

Lo spettacolo “Blue Revolution. L’economia ai tempi dell’usa e getta”

Lo spettacolo “Blue Revolution. L’economia ai tempi dell’usa e getta”, prodotto da Il Mutamento, propone una nuova visione del rapporto tra produzione, consumo e ambiente: è un one man show che unisce tre storie: l’economia dell’usa e getta, il dramma dell’inquinamento da plastica dei mari e la vicenda del giovane imprenditore Tom Szaky. “Blue Revolution. L’economia ai tempi dell’usa e getta” racconta come un’idea, nata da un fraintendimento di una celebre frase di Adam Smith, «non è dalla benevolenza del macellaio, del birraio o del fornaio che ci aspettiamo il nostro pranzo, ma dalla cura che essi hanno per il proprio interesse», abbia fondato una visione che ha limitato la durata delle lampadine e riempito di scarti il Pianeta.

Il nuovo “continente di plastica” scoperto dal capitano Charles J. Moore, è ormai davanti ai nostri occhi, ma non abbiamo fatto interamente i conti con quello che stiamo rischiando. A capire che “un’altra strada è possibile” ci aiuta allora Tom Szaky, giovane canadese che ha dato vita a un’azienda in grado di trasformare gli scarti di cibo in concime e i chewing-gum in panchine.

Il filo di “Blue Revolution. L’economia ai tempi dell’usa e getta” si muove con leggerezza a cavallo degli ultimi tre secoli per mostrare come il nostro mondo sia vicino al collasso e ci sia bisogno di una nuova alleanza tra l’uomo e l’ambiente per salvarlo. Un’alleanza basata sull’economia circolare, che evita gli scarti o li trasforma in valore, e l’economia civile pensata da Antonio Genovesi proprio nello stesso secolo di Adam Smith, per cui il profitto è necessario, ma è solo uno strumento del bene di tutti.

Ecco il programma dell’evento:

ore 18.00 – Spettacolo in live streaming Blue Revolution in diretta dal Polo del ‘900 di Torino
ore 19.00 – Talk su teatro, economia circolare, graphic novel e cittadinanza attiva. Modera Paolo Piacenza (presidente dell’Associazione Pop Economix)

  • Italia che Cambia / Daniela Bartolini (vicepresidente)
  • CIFA onlus / Alessandra Verrienti (project maanager)
  • Mercato Circolare / Nadia Lambiase (presidente)
  • Unito Green Office / Nadia Tecco (ricercatrice)
  • BeccoGiallo Editore / Benni (autore della graphic novel Blue Revolution)

L’evento è gratuito, per partecipare è necessario iscriversi tramite Eventbrite

SOStenibilmente è un progetto nazionale di educazione ambientale promosso da CIFA onlus e co-finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, volto a costruire una cultura basata sul rispetto dell’ambiente e sui principi dello sviluppo sostenibile, promuovendo il protagonismo giovanile e l’integrazione da parte di cittadini e rappresentanti delle istituzioni di una prospettiva rispettosa dell’ambiente nelle proprie scelte quotidiane.

Il progetto #SOStenibilmente nasce dalla visione congiunta di CIFA onlus, capofila del progetto, e dei partner Legambiente, il Museo A come Ambiente di Torino, l’associazione e testata giornalistica Italia che Cambia, Achab Group, Corep-Teatro Sociale e di Comunità, l’Università di Torino (Green Office), La Stampa e coinvolge anche enti locali come la Regione Piemonte e i Comuni di Torino, Lecce, Bitonto, Falconara Marittima, Figline-Incisa Val d’Arno, Marsciano, Mirano e Narni.”

Pop Economix nasce dall’incontro tra teatro, cultura economica, giornalismo e propone l’economia come linguaggio accessibile a tutti per fare scelte responsabili. I temi complessi dell’economia e delle sue implicazioni sulla vita di ciascuno vengono raccontati attraverso spettacoli che esplorano la crisi economica, la crisi ambientale, l’economia circolare, il rapporto con le nuove tecnologie, la scelta etica.

Il Mutamento è un’impresa di produzione teatrale, nata nel 1998 e riconosciuta dal MiBACT, attiva nel teatro di ricerca e d’innovazione, teatro ragazzi, teatro sociale e teatro di comunità. Da alcuni anni Il Mutamento è produttore esecutivo degli spettacoli di Pop Economix e dal 2020 coproduttore o produttore delle nuove creazioni.

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

L’Europa approva il diritto alla riparabilità! – Io Non Mi Rassegno #267

|

Cinquecento psicologi per aiutare le persone in difficoltà a causa della pandemia

|

La bibliofficina di quartiere: promuovere la socialità tra letture e riparazioni

|

LaCasaRotta: da cascina abbandonata ad ecovillaggio diffuso dove ritornare a essere comunità – Io faccio così #309

|

Pace, inclusione e solidarietà: l’impegno di Melagrana per la tutela dei diritti umani

|

The Great Reset, il futuro prossimo. Come la crisi del Covid potrebbe cambiare il mondo

|

Progetto Happiness: in viaggio intorno al mondo alla ricerca della felicità

|

Irene, la pittrice che dipinge gli sguardi delle donne vittime di violenza