12 Mag 2022

Parte la Scuola Alimentare Valdibella per insegnare ai più piccoli il valore del cibo

Scritto da: Alessia Rotolo

Un percorso didattico che supera la solita – seppur importante – educazione alimentare, andando sviscerare alla radice il tema del cibo, parlando di come nasce, della stagionalità, dei metodi colturali ma anche della distribuzione. Ecco il programma della Scuola Alimentare Valdibella, lanciata dall'omonima cooperativa.

Sicilia - “L’infanzia non è semplicemente un tempo di preparazione alla vita, come sovente siamo portati a pensarla per i nostri figli, ma è già vita essa stessa”. Questa è una frase di Peter Rosegger e proprio per i bambini è nata la Scuola Alimentare Valdibella, che ha deciso di occuparsi della formazione dei più piccoli. Dopo aver tastato con mano l’ottimo riscontro che ha avuto la Scuola pratica di agro-ecologia Valdibella infatti, la cooperativa Valdibella ha pensato di estendere l’offerta formativa anche ai bambini e alle loro famiglie, allo scopo di incoraggiare la vicinanza alle buone pratiche agricole che si spera si trasformano poi in buone pratiche alimentari.

Piantare un orto o seminare il grano, osservare il lavoro delle api, seguire la filiera dell’olio, saranno alcuni degli appuntamenti che la Scuola Alimentare organizzerà nel corso dell’anno. Saranno incontri basati sull’osservazione, la pratica e la conoscenza, ma che punteranno anche tanto sugli aspetti ludici per coinvolgere i bambini, poiché spesso l’educazione alimentare nell’infanzia è relegata soltanto al seguire una dieta sana ed equilibrata.

Scuola Alimentare Valdibella 2
LA SCUOLA ALIMENTARE

«Questo non è quello su cui la Scuola Alimentare vuole soffermarsi», afferma Valeria Monti, ideatrice del progetto e coordinatrice della scuola. «Lo scopo sarà piuttosto quello di proporre dei focus su alcuni alimenti cardine della nostra cultura, ampliandone la conoscenza a tutto tondo: storica, aneddotica, produttiva e ovviamente gastronomica. Da ciò deriverà anche la consapevolezza della stagionalità e quindi dell’attesa del compimento del ciclo biologico, ma anche dei processi di lavoro che si celano dietro e, si spera, in ultimo, la consapevolezza per un consumo più responsabile».

Ma obiettivo della scuola è anche quello di coinvolgere maggiormente il consumatore finale nei processi produttivi. Spesso il mondo agricolo infatti non dialoga con chi poi acquista i prodotti: «Un solco separa le parti, come se l’offerta e la domanda siano antagoniste e abbiano interessi contrapposti», esordisce Massimiliano Solano, presidente della cooperativa Valdibella. «Ricucire questo strappo è l’unica strada per un futuro più sostenibile».

Puoi fare la differenza!

Immaginiamo il nostro giornale come una cassetta degli attrezzi per diventare un vero protagonista del cambiamento. Dentro ci trovi la mappa con i migliaia di progetti virtuosi, gli articoli, le video storie, i nuovi format video e tante progetti che stiamo costruendo insieme alla nostra comunità. 

Per continuare a farlo abbiamo bisogno di te.

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un'informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Verranno dunque coinvolti diverse figure professionali nella offerta della Scuola alimentare: gastronomi, nutrizionisti, agronomi, contadini e apicoltori si cimenteranno nella difficilissima impresa di presentare e far conoscere ai ragazzi l’affascinante mondo del buon cibo. Questo coerentemente con il progetto di Valdibella, eterogeneo e articolato: coltivare la terra e le relazioni umane nel rispetto degli equilibri naturali e sociali.

Lo scopo sarà quello di proporre dei focus su alcuni alimenti cardine della nostra cultura, ampliandone la conoscenza a tutto tondo

IL PROGRAMMA

I primi appuntamenti in calendario:

Domenica 15 maggio: il magico mondo delle api
Cos’è una famiglia, e come si organizza la giornata in un alveare. Lo scopriremo con l’aiuto di due giovani apicoltori che allevano le operose creature. Scopriremo la magia della loro danza, come si orientano alla ricerca dei fiori più appetitosi e come proteggono il loro alverare da possibili pericoli.
Consigliato da 4 anni in su.
Per info e iscrizioni: ospitalita@valdibella.com

5 giugno: per fare un orto in sinergia
Sapete che il pomodoro è molto amico del basilico? E che il fiore di tagete allontana i coleotteri? E che le lattughe vanno d’accordo con le fragole? E che i cetrioli amano stare vicino ai piselli per crescere meglio insieme? Tutto questo lo scopriremo creando un orto sinergico, cioè una casa confortevole per tutte queste piantine.
Consigliato da 4 anni in su.
Per info e iscrizioni: ospitalita@valdibella.com

Articoli simili
Ricette #14 – Tempo di zucca… al forno

Ricette #7 – Carote al forno croccanti

Io faccio così #115 – Franco Berrino, cibo e tumori: “la prevenzione è la decrescita”

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

L’Overshoot Day 2022 italiano è già arrivato – #521

|

Le persone piccole: come crescono i bambini e le bambine nella comunità educante di un ecovillaggio

|

Apre il Covo degli Orsi, la nuova “casa rossa” per i genitori dei pazienti del Gaslini

|

“Dal lato all’altro della finestra di una RSA, il telefono ci unisce”

|

Guerra in Ucraina: come viene raccontata e percepita in Russia?

|

I(n)spira-Azioni racconta gli effetti dei cambiamenti climatici con Luca Barani e The Climate Route – #6

|

Alice In The Lab: le creazioni etiche di una giovane che ha scelto di vivere in modo ecologico

|

Una Mappatura Collettiva per trasformare i luoghi abbandonati della città in beni comuni