Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
Bacheca cerco/offro
14 Gen 2021

Offro spazi aperti di condivisione, arte e bellezza

Scritto da: Ionut
Offro spazi aperti di condivisione, arte e bellezza

Ciao,
Mi chiamo Ionut Aquila Azzurra, ho 31 anni, sono originario del Nord della Transilvania e all’età di 12 anni mi sono trasferito a Milano con la famiglia, dove dopo diversi percorsi di studio incompiuti e alcuni lavori di poco stimolo, nel 2014 ho deciso di lasciare Milano e iniziare il mio viaggio verso la libertà. In questi anni girovagando per circa un quarto dell’Italia e per la Svizzera, sfruttando il wwoofing e i miei risparmi, facendo lavori occasionali, nonché scambio lavoro e volontariato ho avuto la fortuna di poter raccogliere il più possibile esperienze e conoscenze in vari ambiti, vivendo con persone alternative, ecovillaggi, facendo seminari e corsi vari, tutti mirati ad uno stile di vita sana, Gioiosa e sostenibile.
Ora vi scrivo da Lugano dove vivo da alcuni mesi, e sempre più in questi giorni arde in me la voglia di vivere come ho sempre sognato in questi anni, e così ho deciso di scrivervi.
Sono certo che il mio sogno è anche il vostro, che non è altro che il sogno di vivere nell’armonia con la natura e con gli altri, nel gioco, nell’arte, nella condivisione, nel lavoro etc.. dove si cresce, s’impara e si ama assieme ad altri.
Oramai siamo nella nuova Era, e siamo pronti per creare il nuovo mondo, salutando con gratitudine il vecchio.
Nei pressi di Biella, Nord Piemonte c’è tanta terra che ci aspetta. Un associazione sta mettendo a disposizione una lista con le terre abbandonate e anche il contatto di alcuni proprietari che ci attendono per conoscere il nostro progetto di comunità per affidarci con amore la loro terra e strutture da diverso tempo inutilizzate.
Abbiamo ancora qualche mese di ibernazione dopodiché possiamo incontrarci, esplorare e disegnare finalmente il nostro futuro come più ci piace. A questo punto ho pensato di creare un gruppo Telegram. Ogni età, colore ed essenza è benvenuta. In questo mese attraverso questo gruppo possiamo conoscerci e instaurare un primo legame.
A presto

#Piumani, Rive, Circleway, Summer Camp, decrescita felice, wwoofing, Italia che cambia, Permacultura, Rainbow Warriors…

Una replica a “Offro spazi aperti di condivisione, arte e bellezza”

  1. Avatar AquilaAzzurra ha detto:

    Telegram: Piemonte che cambia
    https://t.me/piemontechecambia

Lascia un commento pubblico

Per poter visualizzare più dettagli e contattare l'utente devi prima effettuare l'accesso o registrarti

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

L’accelerazione del riscaldamento globale – Io Non Mi Rassegno #289

|

Grande Ulivo: «Da discarica a luogo di armonia, didattica e accoglienza»

|

Come tutto ebbe inizio – Io rifaccio casa così #1

|

Irene e il suo forno di comunità: “Torno nella mia città per fare il pane e creare relazioni”

|

La comunità di Porto di Terra: vivere la montagna della Sicilia tra permacultura e transizione – Io faccio così #314

|

Risate e positività per trasmettere buonumore ai tempi dell’infodemia da Covid-19

|

Le risorse non bastano per tutti, ma davvero è solo un problema di sovrappopolamento?

|

Cinque amiche creano una community per supportare le donne nel mondo del lavoro