La mappa dell'Italia che Cambia

Budrio in Transizione

Budrio in Transizione

Tutto è cominciato il 23 febbraio 2010 quando Cristiano Bottone è venuto a Budrio a parlare, in una Sala S affollata come non mai, del movimento delle Transition Towns che nasce a Totnes (nel sud-ovest dell’Inghilterra) nel 2006.

Inizialmente sembrò una serata informativa finita lì, come ce ne erano state altre a Budrio. Ma dopo un periodo digestazione durato qualche mese, un gruppo di 7/8 persone decide di costituire il primo nucleo di “Budrio in Transizione”: ne è venuto fuori il BIT. Bit in inglese vuol dire “pezzetto” o “briciola” e crediamo che rappresenti bene il concetto. BIT è un primo piccolo nucleo di persone che vuole “contaminare” con le idee e le azioni della Transizione la propria comunità locale.

La Transizione è un movimento culturale impegnato nel traghettare la nostra società industrializzata dall’attuale modello economico profondamente basato su una vasta disponibilità di petrolio a basso costo e sulla logica di consumo delle risorse a un nuovo modello sostenibile non dipendente dal petrolio e caratterizzato da un alto livello di resilienza.

Analizzando più a fondo i metodi e i percorsi che la Transizione propone, si apre un universo che va ben oltre questa prima definizione e fa della Transizione una meravigliosa e articolatissima macchina di ricostruzione del sistema di rapporti tra gli uomini e gli uomini e tra gli uomini e il pianeta che abitano.

Ultimo aggiornamento del 30 Luglio 2021

Contatta la realtà

Indirizzo

Sito

Email