Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia

La mappa dell'Italia che Cambia

Lab Zip

Lab Zip

Laboratorio ZIP+ è un collettivo di architetti, ricercatori e esploratori urbani che dal 2013 svolge ricerche e sperimenta azioni per una trasformazione collettiva dell’ambiente costruito in zone periurbane della Città di Torino.

Con approccio interdisciplinare nei campi dell’architettura, dell’urbanistica, della storia e delle arti visive, opera nell’ambito della rigenerazione urbana, ai fini di un miglioramento della qualità della vita e verso nuove forme di socialità e sostenibilità ambientale.

Durante questi anni ha avviato workshop, seminari, esplorazioni urbane, azioni site-specific e ha curato progetti di dispositivi urbani, in collaborazione con università, istituti di ricerca, associazioni, nonché professionisti e atelier di artisti. Dal 2018 elabora progetti diffusi sul territorio urbano con il Comune di Torino per la cura e la rigenerazione di spazi pubblici e beni comuni.

Il campo di intervento coincide con lo spazio definito dalla sua azione e dalle reti di relazioni che intrattiene con gli attori del territorio, facendo convergere su uno specifico campo locale interessi e ordini di opportunità diversificati. Coincide, talvolta, con gli interstizi, quelle parti non toccate o lasciate scoperte dalle politiche pubbliche, ma dalle quali si può sperimentare una diversa prospettiva.

Fondamentale è inoltre garantire la qualità urbana attraverso la conoscenza e l’inclusione sociale, che nascono dal dialogo, dallo scambio di pratiche, di usanze e dalla condivisione di esperienze.

All’interno della trasformazione urbana, le fasi di azione sono:
– Ricerca e Analisi – Dal contesto all’idea: Studio delle risorse e delle potenzialità di un territorio per fornire nuove chiavi di lettura e strategie di rigenerazione.
– Progettazione – Dall’idea al progetto: Ascoltare i bisogni e condividere soluzioni, attivando percorsi di creatività.
– Produzione – Dal progetto alla realtà: Gestire la realizzazione dei progetti, attenti all’impatto e alla sostenibilità dei processi.

Lab Zip porta avanti progetti in territori di periferia e di margine, caratterizzati da modalità alternative di costruzione della città e processi di trasformazione spontanei.
Tali progetti si focalizzano sull’ambito della ricerca, della progettazione, sullo svolgimento di laboratori urbani, walkscapes e “salottini urbani”.

Leggi l’articolo dedicato: http://piemonte.checambia.org/articolo/lab-zip-esploratori-urbani-torino-riscoprono-periferie/

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Contatta la realtà

Indirizzo

Sito

Email

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci