28 Gen 2014

L'Aquila, "il terremoto ci ha dato una scossa"

“La cosa incredibile è che in un modo terribile e drammatico il terremoto ha segnato un po’ un risveglio per […]

“La cosa incredibile è che in un modo terribile e drammatico il terremoto ha segnato un po’ un risveglio per la popolazione dell’Aquila. Molti di noi erano andati via e sono tornati perché ora troviamo un terreno fertile; abbiamo cominciato a confrontarci, a mettere in discussione il modello di sviluppo. Le nostre iniziative ottengono un grande successo. Prima in questa città non c’era nemmeno un centro sociale. Ora è un fiorire di attività”

8529856154_2c5dd24482_h

CaseMatte è uno spazio autogestito in cui si organizzano continuamente dibattiti e approfondimenti sul tema della ricostruzione e non solo
febbraio 2013
Da “Io faccio così” pag. 235

Acquista Io Faccio Così

Articoli simili
Comune emergenza: relazioni e rigenerazione nell’Appennino post terremoto
Comune emergenza: relazioni e rigenerazione nell’Appennino post terremoto

Tre uomini, tre cani e un camper di aiuti verso l’Albania post terremoto
Tre uomini, tre cani e un camper di aiuti verso l’Albania post terremoto

L’Agrinido in una tenda yurta: un atto di (r)esistenza comunitaria
L’Agrinido in una tenda yurta: un atto di (r)esistenza comunitaria

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Che cos’è la deterrenza informatica? – Io Non Mi Rassegno #389

|

L’Oasi di Camilla, dove gli animali possono trovare nuova vita

|

La rete di comuni che combatte lo spreco istituendo un nuovo Centro del Riuso

|

Leonardo, il diciottenne che si batte contro il bullismo e le disabilità

|

Rifugio Re_Esistente: l’appennino che resiste e rinasce

|

Il silenzio assordante delle scuole di danza durante la pandemia

|

Arrivano i “Custodi del Suolo” che si prendono cura della terra

|

Uno studio svela quante persone muoiono a causa dei cambiamenti climatici