7 Set 2016

FotoConfronti 2016 e Biennale dei Giovani Fotografi Italiani

Scritto da: Daniela Bartolini

Dal 16 al 18 settembre le "contaminazioni" fotografiche della Biennale dei Giovani Fotografi Italiani al Centro Italiano della Fotografia d'Autore di Bibbiena durante FotoConfronti 2016. Seminati, incontri, mostre, workshop, presentazioni, letture portfolio.

Dal 16 al 18 settembre il Centro Italiano della Fotografia d’Autore di Bibbiena ospiterà la V Edizione della Biennale dei Giovani Fotografi Italiani, organizzata in collaborazione con il Club Fotografico AVIS Bibbiena in occasione di FotoConfronti, manifestazione nazionale di fotografia.

Scopo della Biennale è quello di fornire ai giovani fotografi italiani ed alle scuole di fotografia una vetrina importante in cui mostrare i propri lavori e progetti. Infatti il Centro Italiano della Fotografia d’Autore di Bibbiena e la manifestazione fotografica FotoConfronti, ormai da anni costituiscono un importante punto di riferimento per la fotografia italiana, un luogo di incontro e di scambio di esperienze che il Comitato Organizzativo della Biennale e la FIAF (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche) intendono mettere a disposizione di giovani emergenti che operano nel campo dell’arte fotografica.

Gli autori selezionati per questa edizione della biennale dal comitato di selezione composto da Roberto Rossi (presidente FIAF), Claudio Pastrone (Direttore CIFA), Cristina Paglionico (Direttore di Fotoit e vice presidente FIAF), Antonio Presta (Consigliere nazionale FIAF e Direttore Dipartimento Giovani) sono:
Marco Castelli con l’opera “A Micro Odyssey”, le forme naturali delle colonie batteriche proiettate in un’altra dimensione;
Roberta De Luca con l’opera “Ambrotipia”, una passeggiata nel tempo con la fotografia all’argento”;
Nicolò Panzeri con l’opera “Satura”, l’ambiente e l’impatto dell’industria, contaminazioni chimiche;
Chinzia Cucini con l’opera “Industrial Pantone”, il Pantone per comunicare i diversi tipi di contaminazione da parte delle industrie a seconda della produzione;
Francesca Macis con l’opera “NUTRI.TI storie di principesse contemporanee”, letteratura e fotografia, l’immagine che prende spunto dalle parole delle fiabe;
Egi Daci con “Ritratti simmetrici”, un gioco ottico per mettere in discussione il modo in cui analizza la realtà;
Giorgio Zompi con “Pane quotidiano”, ciò che resta di una contaminazione ideologica nel vivere quotidiano;
Giuseppe Conti con “Abito”, progetto fotografico sulla città di Bologna, che si propone di mettere in luce i diversi aspetti di vita quotidiana della metropoli italiana;
Francesco Di Giovanni con “I invade, You invade”, simboli immediati e icone per spingere alla riflessione sulla nostra società e i luoghi comuni.

Nove invece le scuole selezionate: Accademia di Belle Arti di Bologna, Lecce e Napoli, Associazione Culturale Deaphoto di Firenze, Fondazione Studio Marangoni Firenze, ISIA (Istituto Superiore per le Industrie Artistiche) di Urbino, Istituto Italiano di Fotografia di Milano, LABA (Libera Accademia di Belle Arti) di Brescia e di Firenze.

Il tema della Biennale di questo anno, in base al quale sono state selezionate le opere è “Contaminazioni”. La contaminazione come violazione delle regole prestabilite fino al significato anche negativo del termine (inquinamento, infestazione, contagio, perdita della forma pura) che si accompagna l’idea di incrocio, sovrapposizione, mescolanza di generi, fusione di elementi tratti da forme diverse.

Venerdi 16 alle 21,30 sarà anche inaugurata la mostra del Circuito FotoconfrontiOff. 16 fotografi selezionati le cui opere saranno esposte nelle stanze di Palazzo Ferri nel centro storico di Bibbiena. Sarà questa mostra a dare il via alla manifestazione Fotoconfronti 2016.

Nell’ambito di Fotoconfronti sono aperte le iscrizioni alle letture portfolio che si svolgeranno nel cortile del Centro Italiano della Fotografia d’Autore da sabato a domenica con proclamazione dei vincitori domenica alle 16,30. I due autori selezionati parteciperanno di diritto alla selezione finale della XIII edizione di Portfolio Italia insieme ai vincitori delle “tappe” precedenti del circuito.
Tutti i portfolio premiati nel corso del Circuito saranno esposti presso il Centro Italiano della Fotografia d’Autore in una mostra che sarà inaugurata sabato 26 novembre 2016.

Programma completo

Sabato 17 settembre ore 11.00
L’ebbrezza libertaria del postmoderno in fotografia
Una riflessione su Robert Frank e Luigi Ghirri. Relatore: Silvano Bicocchi
Sabato 17 settembre ore 15.00
Street Photography. Un punto di vista sul quotidiano
Un approccio fotografico teso a raccontare il quotidiano, un genere di moda, ma che diventa significativo quando lo si approccia in maniera personale e originale, reinterpretando il proprio ambiente. Relatore: Stefano Mirabella
Sabato 17 settembre ore 16.30
Progetti fotografici collettivi on line
L’incontro vuole essere un esempio per i giovani fotografi di come si possono curare e diffondere con successo progetti fotografici on line su piattaforme social, quali sono i canali e le strategie che si possono utilizzare. Case history sarà rappresentato dal Progetto curtoriale “Memories/No Memories- Fotografia fra flusso e ricordo”, un work in progress che si interroga sul cambiamento di funzione sociale della fotografia introdotto dalla rivoluzione digitale e in particolare sul suo rapporto con la nostra memoria. Relatori: Sandro Bini e Giulia Sgherri
Domenica 18 settembre ore 10.00
Incontro aperto con i giovani per condividere e impostare le linee di sviluppo delle attività del Dipartimento Giovani FIAF. Relatore: Antonio Presta
Domenica 18 settembre ore 11.00
A come Arno
Un viaggio multimediale lungo un fiume al centro della geografia e dell’identità italiana a cinquant’anni dall’alluvione del 1966. Dalla volontà di raccontare volti, luoghi, geografie e storie lungo il corso di un fiume simbolo dell’identità italiana, nasce il progetto A come Arno. Una piattaforma multimediale e un libro che raccolgono il percorso di documentazione realizzato lungo le sponde del fiume dai fotografi Paolo Cagnacci e Matteo Cesari, con la direzione creativa di DER* Lab, intrecciandolo con il materiale iconografico d’epoca e con altri contributi visivi, per aprire una riflessione sulla memoria, sul futuro e sulla conservazione e riprogettazione del paesaggio. Relatori: Paolo Cagnacci e Matteo Cesari
Domenica 18 settembre ore 12.00
Istinto e progetto
Opinione comune è che per praticare la Street Photography serva soprattutto cogliere l’attimo, tuttavia l’istinto può essere organizzato in una ricerca progettuale: esempi da autori che hanno trattato tematiche sociali significative ed originali, confermando quanto siano labili e mutevoli i confini tra i generi fotografici. Relatore: Umberto Verdoliva
Domenica 18 settembre ore 15.30
Spontanea, Italian Street Photography
Il collettivo di fotografi italiani dedicato alla Street Photography è nato nel 2013 dalla convergenza di diversi stili e visioni. SPontanea è promozione di progetti, temi e idee nel panorama fotografico italiano: presentazione degli autori.
Sabato 17 settembre ore 17.00 e Domenica 18 settembre ore 11.30
Incontri con Ambassador Hasselblad
Sabato 17 settembre ore 10.00-12.30 e 15.00-17.00, Teatro Dovizi
AV_ LAB lettura audiovisivi a cura del Dipartimento DIAF – FIAF
Prendendo a modello la lettura del Portfolio fotografico, l’idea è quella di visionare e poi ragionare insieme con l’autore sull’opera presentata da parte di due docenti FIAF AV. L’intento è di escludere qualsiasi atteggiamento didattico per dare all’incontro il sapore di una conversazione tra amici di diverse esperienze, finalizzata ad una crescita reciproca. La proiezione sarà pubblica e acquisisce, per il pubblico uditore stesso, una valenza formativa.
Sabato 17 settembre ore 18.00, Teatro Dovizi
Premiazione Decimo Circuito DIAF 
Sabato 17 settembre ore 19.30, Teatro Dovizi
Presentazione Autori e Scuole partecipanti alla 5^ Biennale dei Giovani Fotografi Italiani

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Sea-ty e le reti fantasma: “Liberiamo i fondali dalle attrezzature da pesca abbandonate”

|

Nasce il Badante agricolo di comunità che aiuta le persone anziane nella cura dell’orto

|

L’apprendimento non va in vacanza: cronaca di un’estate da homeschooler

|

Caltanissetta ricorda i “carusi di Sicilia”, i piccoli schiavi delle miniere di zolfo

|

Paolo Rumiz: i viaggi e la riscoperta dei monti naviganti

|

Sensuability: per uscire vivi, gioiosi e gaudenti dalla morsa dei tabù – Amore Che Cambia #18

|

Alla facoltà di infermieristica gli studenti imparano la gentilezza