Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
13 Lug 2017

Cambratech: l’Imprenditore cieco che produce e testa oggetti per non vedenti

Scritto da: Paolo Cignini

A Cameri, in provincia di Novara, Raul Pietrobon ha fondato Cambratech, un’azienda che si occupa di produrre vendita, via corrispondenza e al dettaglio presso la sede, di materiale per persone disabili ed in particolare si rivolge a persone non vedenti (ciechi) ed ipovedenti. Raul è egli stesso non vedente e testa direttamente gli oggetti che la sua azienda commercializza.

È proprio vero che nella vita c’è chi nasce soluzione e chi problema. Con Raul Pietrobon siamo oltre la prima categoria: chi nel problema vede un’opportunità, contribuendo a migliorare l’esistenza di chi vive il disagio quotidiano di chi vive nella cecità.

Siamo a Cameri, in provincia di Novara, sede della Cambratech, un’azienda fondata da Raul Pietrobon stesso nel 2001 e che si occupa di progettare e vendere articoli dedicati a persone disabili per l’autonomia quotidiana, specialmente rivolti a non vedenti ed ipovedenti; lo stesso fondatore è un non vedente, che di fronte ai problemi vissuti in passato per reperire alcuni oggetti ha deciso di diventare imprenditore lui stesso per produrli direttamente o tramite partnership apposite, in collaborazione con sua moglie e alcuni collaboratori: alcuni di quest’ultimi lavorano nel Centro tiflotecnico della Lombardia, che Cambratech gestisce

Il nome è un connubio tra il nome in dialetto del suo paese e un omaggio all’innovazione. Il luogo a Cameri è un punto vendita che distribuisce i prodotti sia al dettaglio che per corrispondenza. La Cambratech produce sia direttamente alcuni degli articoli che vende, mentre altri provengono da fornitori avente sede in Nord Europa, Stati Uniti, Canada, Cina e Corea. Tra bastoni, accendini senza fiamma, caricabatterie e fornelli parlanti, elettrodomestici che impediscono di ustionarsi, puzzle tattili e palloni sonori (solo per citarne alcuni) la scelta dei prodotti è ampia: ognuno di questi viene testato direttamente da persone non vedenti, per offrire il prodotto migliore e più sicuro possibile.

Oltre all’aggiornamento continuo del catalogo, grazie alle importazioni dirette Cambratech riesce a tenere accessibili i prezzi dei prodotti, uno degli obiettivi principali di Pietrobon quando ha aperto l’azienda. Ora l’ultima novità è Horus, un impianto capace di riconoscere testi, oggetti e persone avvisando automaticamente l’utente tramite induzione ossea.

Grazie al lavoro continuo e alla ricerca e progettazione di nuovi prodotti, la Cambratech vuole porsi come uno dei punti di riferimento per contribuire alla migliore autonomia possibile per persone non vedenti: a questo scopo l’azienda collabora da anni con moltissime sedi dell’U.I.C.I., l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, sparse nel territorio italiano.

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

La Cina verso la grande transizione? – Io Non Mi Rassegno #239

|

La paura di Lise

|

Il Boschetto: da spazio abbandonato a orto dove si coltivano insieme frutta, verdura e tempo!

|

Covid, scuola e DAD: un sostegno agli studenti in difficoltà per non lasciare indietro nessuno

|

Tre artisti si esibiscono nella natura per promuovere l’economia circolare

|

Una rete di famiglie genovesi condivide oggetti, vestiti e buone pratiche per bimbi “a basso impatto”

|

Murales, sartoria sociale, turismo e orti urbani: così rinasce la periferia degradata di Lecce

|

Altro denaro, molto altro denaro