Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
5 Dic 2017

Vivere in un ecovillaggio: cercasi famiglie per un sogno

Scritto da: Redazione

Due famiglie hanno dato vita ad un importante progetto in provincia di Parma e sono ora alla ricerca di altri nuclei familiari con cui sviluppare un villaggio sostenibile dove convivere e condividere esperienze e abilità. Sognate di vivere in un ecovillaggio? Questo messaggio è rivolto a voi!

“Siamo alla ricerca di due famiglie interessate a sviluppare con noi un villaggio eco sostenibile orientato alla solidarietà (es. affido di minorenni) e alla condivisione”. Inizia così il messaggio di due famiglie che hanno dato vita ad un importante progetto in provincia di Parma e sono ora alla ricerca di altre persone con cui intraprendere un percorso di cambiamento condiviso.

 

Vuoi cambiare la situazione
dell'abitare in italia?

ATTIVATI

“Al momento disponiamo di una struttura abitativa terminata ed un’altra in via di ristrutturazione, mentre per il futuro abbiamo in cantiere l’ipotesi di realizzare delle altre strutture mediante attività in auto costruzione”. È in programma lo sviluppo di progetti zero emissivi con l’impiego delle rinnovabili, di serre fotovoltaiche e l’avvio di percorsi inerenti l’educazione ambientale e la sostenibilità rivolti a studenti, famiglie, giovani e adulti.

support-for-families-of-alcoholics

La proposta di allargamento alle famiglie è legata all’intento di generare convivenza fra otto nuclei famigliari, oltre all’ipotesi della presenza di persone single. Considerata la complessità del progetto, le persone che prendono parte a questa esperienza potranno rivestire differenti ruoli in ambiti diversi, in base alla sensibilità, alle competenze e alle singole aspettative. Non sono richieste specifiche abilità: ogni competenza sarà oggetto di confronto per vedere come potrebbe essere spesa nell’economia progettuale.

 

Per chi è interessato, è prevista una due giorni il 5 e 6 gennaio presso l’ecovillaggio sulle colline parmensi: un workshop per conoscere il progetto e per un approfondimento sulla proposta. Si tratta di un evento informativo e senza impegno, una occasione per incontrarsi e conoscersi. La proposta è aperta a famiglie, coppie di fidanzati e conviventi. I bambini sono benvenuti.

 

“Quello che auspichiamo è di incontrare famiglie che abbiano lo sguardo sul futuro, che sognino un futuro a misura di uomo, quindi sulla possibilità di dare un significativo contributo alla collettività, attraverso una scelta di vita che sia d’ispirazione per tutti”.

 

Per eventuali richieste potete scrivere a famiglia.aperta@teletu.it

 

 

 

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Il bene e il male esistono? Indagine di due tipi curiosi (che conosciamo bene) – Io Non Mi Rassegno Speciale

|

Piero Manzotti: “Questa crisi sia un’opportunità per trasformare l’economia”

|

Non bastano le proroghe, serve uno stop definitivo alle trivelle

|

NATworking: la rete dedicata a chi vuole lavorare in natura

|

Il bene e il male esistono?

|

Carol e Francesco: la cucina naturale che nasce da una storia d’amore

|

Corazoncitos: la scuola outdoor dove si impara facendo – Io faccio così #320

|

Nel respiro del creato