18 Gen 2019

Abitare una casa, vivere un luogo: nuove pratiche sull’abitare sociale

Scritto da: Lorena Di Maria

Un momento di incontro che coinvolge l’intera cittadinanza ed aperto a tutti, incentrato sulle nuove pratiche e servizi legati all’abitare sociale. Avrà luogo mercoledì 23 gennaio a Torino “Abitare una casa, vivere un luogo”, l’evento conclusivo del bando del programma Housing di Compagnia di San Paolo che ha coinvolto diverse realtà piemontesi attive in campo sociale per dare vita ad esperienze di collaborazione e cittadinanza attiva.

Prendersi cura della propria casa, delle relazioni di vicinato, del territorio nel quale si vive. Quanto spesso comunichiamo coi nostri vicini di casa? Quanto viviamo la vita del nostro quartiere? Quanto ci sentiamo parte della nostra comunità?
Le rapide trasformazioni sociali in atto e la quotidianità nella maggior parte dei casi ci fanno perdere di vista quanto tali fattori possano giocare un ruolo fondamentale per il nostro benessere e di chi ci circonda.

Nonostante le tendenze attuali dominanti nella nostra società, che in molti casi facilitano forme di individualismo ed incertezza, esistono però condomini, isolati e talvolta interi quartieri dove è presente un’organizzazione che si fonda su valori condivisi e forti relazioni di vicinato. Sono realtà che hanno scommesso sulla promozione di una partecipazione attiva capace di ricucire i legami sociali presenti.

abitare casa vivere luogo pratiche abitare sociale 1547806606

Ma come attuare progettualità di questo tipo?
Presso il Centro Studi Sereno Regis di Torino, il 23 gennaio, avrà luogo un momento di incontro e riflessione proprio su questi temi: “Abitare una casa, Vivere un luogo: tra innovazione sociale e sviluppo di comunità” è l’evento conclusivo del bando della Compagnia di San Paolo promosso dal Programma Housing e dell’Area Filantropia e Territorio, che si basa proprio sui temi dell’empowerment, della sostenibilità e dell’impatto sociale in progetti di sviluppo di comunità.

“Realizzare progetti di abitare solidale, di sviluppo delle comunità locali e che si concentrano sulle unità territoriali del condominio e dell’isolato” – è l’obiettivo del bando – “rientrano in questo ambito progetti indirizzati a migliorare la qualità delle relazioni tra condòmini, tra diverse generazioni, tra il condominio e i servizi del quartiere e finalizzati a promuovere la partecipazione attiva dei residenti, anche attraverso la trasformazione e l’utilizzo di spazi comuni come androni, giardini, portici e cortili”.

In particolare, l’evento vuole rappresentare un momento di sensibilizzazione e di condivisione di esperienze che, tramite la partecipazione di numerose realtà al bando, hanno la capacità di attivare spazi fisici e virtuali per renderli disponibili alle comunità, generando un impatto sociale positivo e favorendo processi e percorsi di collaborazione e cittadinanza attiva.

Il Programma Housing della Compagnia di San Paolo nasce nel novembre 2006 con l’obiettivo di dare vita a progetti innovativi capaci di rispondere alla domanda abitativa di chi si trova in una situazione temporanea di vulnerabilità sociale ed economica, e contribuendo alla definizione di una nuova cultura dell’abitare sociale.

Sarà questo un momento per raccontare le esperienze attuate e riflettere su nuove pratiche che tutti possono mettere in atto, per una società più inclusiva e aperta a nuovi stili di vita.

abitare casa vivere luogo pratiche abitare sociale 1547811484

L’ingresso è gratuito fino a esaurimento posti e per confermare la propria partecipazione, scrivere a info@programmahousing.org entro il 20 gennaio 2019.

Articoli simili
énostra: l’impresa di comunità dalla parte dell’ambiente
énostra: l’impresa di comunità dalla parte dell’ambiente

Fra agroecologia e abitare sostenibile prosegue il percorso di Seminare Comunità
Fra agroecologia e abitare sostenibile prosegue il percorso di Seminare Comunità

Arriva il rigeneratore urbano: ecco l’identikit della figura che cambierà le nostre città
Arriva il rigeneratore urbano: ecco l’identikit della figura che cambierà le nostre città

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

énostra: l’impresa di comunità dalla parte dell’ambiente

|

Alleniamoci ad ascoltare gli altri per creare un mondo migliore

|

Il benessere? Secondo Lara Lucaccioni e Matteo Ficara è questione di energia

|

Sea-ty e le reti fantasma: “Liberiamo i fondali dalle attrezzature da pesca abbandonate”

|

Nasce il Badante agricolo di comunità che aiuta le persone anziane nella cura dell’orto

|

L’apprendimento non va in vacanza: cronaca di un’estate da homeschooler

|

Caltanissetta ricorda i “carusi di Sicilia”, i piccoli schiavi delle miniere di zolfo