Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia

Campagna 1% Iscrizione

PARTECIPAZIONE ALLA CAMPAGNA 1%

L’1% del tuo stipendio, ad esempio 10€ al mese se hai uno stipendio di 1000€, su base volontaria, aiuterà Italia che Cambia a raggiungere una sostenibilità economica per le sue attività con finanziamenti diffusi. Collaborando possiamo davvero cambiare le cose!

CONTRIBUTO ECONOMICO MENSILE

DATI ANAGRAFICI

SELEZIONA MODALITÀ DI PAGAMENTO

SCRIVI UN MESSAGGIO PUBBLICO PER L’ITALIA CHE CAMBIA (OPZIONALE)

* Cliccando sul bottone “PROCEDI ORA” dichiari di aver preso visione ed accettare i TERMINI e le CONDIZIONI nonchè la PRIVACY POLICY
Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Com’è andato il primo dibattito Trump-Biden – Io Non Mi Rassegno #120

|

Elena e Guglielmo, al fianco dei più deboli nei villaggi congolesi

|

Popoli in Movimento: una rete di attivisti in supporto dei migranti alle frontiere

|

Maivo, una rete virtuosa per valorizzare l’agricoltura pro-natura – Piccoli produttori #6

|

Daniele Manni, il professore di Lecce che insegna l’imprenditorialità è tra i migliori al mondo

|

Torna Fa’ la cosa giusta, la fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili

|

Quanta co2 indossiamo? Moda sostenibile alla Fashion Revolution Week

|

Genova e “Il ponte silenzioso”. Riflessioni di due anni dopo