Bacheca cerco/offro
30 Giu 2022

Cerco famiglie con bambini e single per progetto comunitario- Torino

Scritto da: Irene
Cerco famiglie con bambini e single per progetto comunitario- Torino
Siamo un piccolo gruppo di persone ahimè legate a Torino per motivi di lavoro o famiglia quindi stiamo cercando di realizzare un progetto di vita comunitaria nella cintura ovest di Torino (Collegno, Rivoli, Grugliasco….), in una struttura che sia adeguatamente servita dai mezzi pubblici (o raggiungibili in poco tempo anche in auto) e con servizi di base e scuole nelle vicinanze.
A parte la questione logistica, il nostro progetto di comunità contempla la possibilità di avere un piccolo orto per l’auto produzione ed uno stile di vita improntato sulla solidarietà interna e il rispetto della natura. Inoltre vorremmo puntare all’indipendenza, almeno parziale, dal punto di vista energetico e possibilmente anche idrico.
Non vogliamo chiuderci al mondo e al territorio ma, anzi, vorremmo proporre attività ed eventi aperti all’esterno, sulla base delle nostre competenze che, al momento, sono di stampo culturale, sociale, creativo e spirituale ( escludendo però assolutamente una comunità di tipo confessionale).
Oltre ad una socialità esterna vorremmo incentivare la socialità interna tramite la regolarità di alcuni momenti condivisi, idealmente in spazi comuni.
Ci siamo confrontati anche sull’aspetto economico e vorremmo trovare modi per ridurre le spese, da un lato condividendo risorse e materiali quali auto, lavanderia e quant’altro possibile e, dall’altro lato sostenendoci a vicenda tramite  forme di condivisione economica da definire (ad esempio cassa comune).
Per essere realistici, ci rendiamo conto che non è possibile puntare a numeri troppo ampi, soprattutto perché si riduce la possibilità di trovare delle strutture adeguate nella zona menzionata, per cui puntiamo ad un numero totale di 5-6 nuclei. Parallelamente tuttavia, in considerazione della carenza di strutture adeguatamente grandi, stiamo anche pensando a soluzioni alternative quali la creazione di una comunità diffusa, nella forma di gruppi di due-tre nuclei che vivano nella stessa struttura, a poca distanza da uno o più altri gruppi di 2-3-4 nuclei che vivano in altre strutture e con i quali condividere l’organizzazione delle attività, la socialità interna e le risorse economiche (in tale caso il numero totale potrebbe anche essere maggiore)
Queste sono un po’ le direttive ma molti dettagli sono ancora da stabilire.
Vorremmo creare una comunità intergenerazionale composta in modo equilibrato da famiglie con bambini, single o coppie giovani e pensionati ancora attivi e dinamici e con animali da compagnia e/o da cortile.
Cerchiamo nuclei che:
-abbiano una loro stabilità economica e non che cerchino lavoro nella comunità.
-abbiano già maturato la scelta di vivere in comunità perchè ne condividono i principi e valori, quali l’accoglienza verso l’altro (che avrà pregi ma, anche difetti inevitabili), la disposizione al cambiamento, al mettersi in gioco e allo scendere a compromessi con la realtà facendo anche delle rinunce poichè scelgono di creare delle relazioni più significative e profonde rispetto a quelle della società attuale.
– abbiano la disponibilità e volontà di garantire costanza di partecipazione agli incontri settimanali o quindicinali.
– siano proattive.
– siano amanti degli animali.
I requisiti indicati sono fondamentali
Se il nostro progetto ti piace puoi scrivere a irenevicenti879@gmail.com o lasciare un messaggio sul numero 3496301136.

Lascia un commento pubblico

Per poter visualizzare più dettagli e contattare l'utente devi prima effettuare l'accesso o registrarti

Cosa succedeva nel 2012? Dieci cose che sono cambiate (in meglio) negli ultimi dieci anni

|

Da psicologa a Torino a operatrice olistica in val di Vara: la storia di Fulvia

|

Incendi dolosi per spendere poco e fare in fretta: gli speculatori fanno strage di ulivi del Salento

|

Nasce la Scuola Nazionale di Pastorizia per un rilancio delle aree interne e montane

|

Vi spieghiamo la filosofia di NaturaSì, dalla biodinamica al giusto prezzo per i contadini – Io Faccio Così #341

|

Parti con noi alla scoperta della Palermo che Cambia

|

Acqua bene comune, pubblico e sicuro: è ora di agire, prima che sia troppo tardi