Bacheca cerco/offro
18 Apr 2024

NEO 2024, abitare la Valle Subequana (AQ): al via con le candidature

Scritto da: Milena
Salva nei preferiti
NEO 2024, abitare la Valle Subequana (AQ): al via con le candidature

È aperto il bando di partecipazione a “NEO 2024 abitare la Valle Subequana” promosso da Hubruzzo Fondazione Industria Responsabile, in collaborazione con l’associazione MIM Montagne in Movimento e il Comune di Gagliano Aterno, con il partenariato di Openpolis e l’Usrc – Ufficio speciale per la ricostruzione dei Comuni del Cratere sismico.

Si tratta di un programma immersivo di sei mesi, dal 20 maggio al 22 novembre 2024, rivolto a persone interessate a esplorare i processi di trasformazione socioeconomici e culturali in corso nella Valle Subequana, in Provincia dell’Aquila.
Giunti alla sua terza edizione, NEO 2024 si apre alla Valla Subequana e, dal Comune di Gagliano Aterno, il progetto si estende all’intera Valle coinvolgendo altri sei comuni: Acciano, Castel di Ieri, Castelvecchio Subequo, Goriano Sicoli, Molina Aterno e Secinaro.

La Valle Subequana, inserita nel Parco naturale regionale Sirente Velino, rappresenta un prezioso scrigno di biodiversità e natura incontaminata. Questo territorio è punteggiato da piccoli paesi che da decenni registrano alti tassi di decremento demografico, tra i più elevati in Italia, aggravati dai terremoti degli ultimi 15 anni. In questo contesto NEO 2024 è un’opportunità unica per coloro che desiderano sperimentare un cambiamento significativo nella propria vita, ridefinendo il senso delle relazioni ambientali nel contesto dei piccoli paesi appenninici abruzzesi.

Il percorso, che prevede un periodo di ambientamento, attivazione e restituzione di proposte per la Valle, è aperto a un numero massimo di 10 partecipanti, che saranno accuratamente selezionati da un comitato tecnico e dalle stesse comunità ospitanti. I partecipanti, definiti i NEO, saranno protagonisti di un’importante iniziativa che stimola l’incontro tra culture e competenze fungendo da ponte tra tradizione e innovazione nella Valle Subequana.

I 10 NEO saranno coinvolti in attività di formazione, attivazione e inserimento socio-lavorativo, acquisendo competenze trasversali. Sono previsti incontri di formazione condotti da esperti nei campi dell’Antropologia pubblica, della Storia dell’Appennino, della Transizione energetica, della Questione di genere, sui Servizi ecosistemici e la gestione di Boschi, Agricoltura e Allevamento, sulle Aree interne e Innovazione, workshop di Progettazione europea per i giovani e visite sul campo.

Inoltre, i NEO sosterranno le amministrazioni comunali per indagare il tema dell’Abitare guidati dai tutor del partner di progetto Openpolis e, con un lavoro di campo, raccoglieranno le visioni degli abitanti della Valle Subequana, fruendo delle formazioni in maniera condivisa con le comunità ospitanti.
La fase finale del progetto prevede la proposta di un Patto per la Valle Subequana in un’assemblea pubblica, coinvolgendo amministrazioni locali, partner di progetto e aziende abruzzesi.

I partecipanti avranno l’opportunità di contribuire attivamente alla rinascita del territorio, sostenendo le trasformazioni culturali ed economiche già in atto. Tra le opzioni, c’è anche la scelta di rimanere nella Valle Subequana, al termine dell’esperienza, facilitati nella ricerca di alloggio, lavoro e integrazione sociale.

Il progetto NEO 2024 è l’occasione per formarsi attivamente e in maniera immersiva sui temi inerenti alle culture locali, l’attivazione di comunità, le problematiche e le opportunità delle aree interne e la transizione energetica e digitale.

Scadenza del bando il 28 aprile
Al link la candidatura:
https://docs.google.com/forms/d/1Hp30qSQn4RTgpZcWiAUGJKVgmHaLpuT7SJdVpkDf2ls/viewform?edit_requested=true

Al link il bando completo:
https://www.hubruzzo.net/wp-content/uploads/2024/04/PROGETTO-NEO2024_20240407_205440_0000_240407_205513.pdf

Per info e contatti scrivici a: neovallesubequana@gmail.com

Lascia un commento pubblico

Per poter visualizzare più dettagli e contattare l'utente devi prima effettuare l'accesso o registrarti

Terremoti ai Campi flegrei: la paura e i piani di evacuazione incompleti – #936

|

Voglia di riconnettersi con la natura? Seguite Il Richiamo del Bosco

|

Il forno di Vincenzo: un progetto di comunità è la risposta alla X Fragile

|

Felicetti, presidente LAV: “Occorre che le questioni animali entrino nell’agenda politica”

|

NoTaboo: corpi in libertà oltre i pregiudizi, l’abilismo e la censura

|

Noi altri: a Cagliari la prima gastronomia inclusiva, un’opportunità per tutti – Io Faccio Così #404

|

Vacanze in natura “tra terra e cielo” coltivando alimentazione sana e relazioni

|

A Reggio Calabria parte un percorso formativo pionieristico per la cura della SLA

string(9) "nazionale"