Bacheca cerco/offro
13 Giu 2022

Offro cohousing Savona

Scritto da: Rosa
Offro cohousing Savona

Buongiorno a tutti grazie per questa bella iniziativa nell’avere creato uno spazio che permette di incontrare persone con le quali percorrere un viaggio di realizzazione, in quanto mai come ore c’è un bisogno impellente di creare comunità, di condividere luoghi, spazi, saperi, ecc.
Ho iniziato questo progetto di cohousing, in realtà, l’ho immaginato, ma ho messo azione quindi ho acquistato un terreno con un grande casale ormai in stato di rudere, e ho pensato che certe abitazioni, borghi, un tempo accoglievano più persone, perché esse vivevano in condivisione di spazi, di mansioni. Bene insieme ad un architetto abbiamo fatto uno studio di fattibilità, per vedere quante abitazioni possono essere realizzate, quante persone possono abitare, ognuna con la propria indipendenza ma con spazi in comune, per attività sociali , culturali, ricreative. Oltre a mq 10.000 di terreno seminativo arboreo che sarà in comune e a disposizione di tutti gli abitanti del borgo. Sabato 18 giugno ci sarà un primo incontro tra le persone che sono interessate al progetto cohousing Ca’ di Barbè, Savona. Dopo un sopralluogo sul posto ci troveremo insieme per iniziare un tavolo di approfondimenti riguardo il progetto, sarà presente l’architetto che cura la ristrutturazione della struttura, degli spazi esterni, oltre agli spazi comuni. Chi volesse partecipare a questo primo incontro può contattare me tramite mail rosanasti@gmail.com

Lascia un commento pubblico

Per poter visualizzare più dettagli e contattare l'utente devi prima effettuare l'accesso o registrarti

Tremendo terremoto in Afghanistan – #548

|

Parte The Climate Route: oggi i primi passi della spedizione che vuole testimoniare il cambiamento climatico

|

Riabitare un borgo abruzzese: NEO lancia l’appello per nuove esperienze ospitali

|

Siccità: il Piemonte ha sete e chiede lo stato di calamità

|

Ripopolare i borghi: oltre l’utopia ci sono litigi, problemi e possibili soluzioni

|

In Puglia insieme alla Fondazione Vincenzo Casillo alla scoperta del territorio che cambia

|

Cuoche combattenti, il laboratorio culinario dove le donne vittime di violenza riprendono in mano la loro vita

|

L’Ucraina, l’Italia e l’informazione malata. Intervista alla giornalista ucraina Olga Tokariuk