La mappa dell'Italia che Cambia

Hisn Al-Giran

Hisn Al-Giran

L’Associazione Culturale no-profit Hisn al-Giran nasce a Calascibetta nel luglio del 2011, dall’intento comune di giovani laureati, liberi professionisti e studenti universitari, di promuovere e valorizzare il territorio xibetano, attraverso escursioni, eventi culturali, visite didattiche. Si occupa in forma volontaria della manutenzione e pulizia di sentieri, viali tagliafuoco, aree sosta, punti di interesse, area parcheggio e servizi igienici.

L’attenzione dell’associazione è stata volta, fin dall’inizio alla tutela, manutenzione e valorizzazione del Villaggio Bizantino di Vallone Canalotto, sito che fa parte del Rocca di Cerere UNESCO Global Geopark e luogo di elevato interesse storico, archeologico e naturalistico. L’area di proprietà del Dipartimento Regionale dello Sviluppo Rurale e Territoriale è gestita dall’associazione.

Il significato letterale di Hisn al-Giran è “la fortezza delle grotte”, con riferimento ad un episodio riportato dal cronista arabo Ibn al-Athir, poi ripreso dall’orientalista Michele Amari nella sua “Storia dei Musulmani di Sicilia”, il quale, riferisce, che nell’anno 841, avvenne il saccheggio, da parte di una gualdana musulmana, di una “Hisn al-Ghiran” situata nel territorio ennese, costituita da una quarantina di ambienti. Un luogo, insomma, che per tipologia di insediamento e numero di ambienti rilevati dagli archeologi, potrebbe ricordare quello che oggi chiamiamo Villaggio bizantino.

Ultimo aggiornamento del 26 Luglio 2022

Articoli che parlano di questa realtà

Hisn Al-Giran, l’antico villaggio bizantino rinasce grazie a un gruppo di giovani siciliani
Hisn Al-Giran, l’antico villaggio bizantino rinasce grazie a un gruppo di giovani siciliani

Approfondisci

Contatta la realtà

Indirizzo

Sito

Email

Telefono

Facebook

Instagram