Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia

La mappa dell'Italia che Cambia

Lanificio Fratelli Piacenza

Lanificio Fratelli Piacenza

Fratelli Piacenza ha sede a Pollone (BI) e rappresenta un lanificio storico, da sempre cresciuto a stretto contatto col territorio su cui opera. In virtù dell’antichità della data di fondazione, che risale al 1733, è parte dell’associazione internazionale the Henokiens che riunisce le aziende familiari con una storia alle spalle di almeno due secoli.

L’azienda è un simbolo di made in Italy di altissima qualità. Dalla scelta di materie prime, alla cura applicata a tutte le fasi del processo produttivo che avviene interamente nello stabilimento di Pollone, città d’origine della famiglia Piacenza.
Il lanificio conta circa duecentotrenta tra impiegati ed operai, che si dedicano quotidianamente allo sviluppo e alla sperimentazione di nuovi tessuti e tecnologie, realizzando capi di design venduti in tutto il mondo.

L’azienda individua località, allevatori e allevamenti di riferimento per reperire le migliori materie prime al mondo. La scelta dell’azienda predilige da sempre materie prime naturali nel rispetto dell’animale e attraverso l’acquisto di lane esclusivamente da allevatori che rispettano un certo numero di pecore per Km2 e presso fattorie che contribuiscono alla sostenibilità del territorio.

Il lanificio si impegna anche nella lavorazione del tessuto a km0 di lane biellesi, garantendo la tracciabilità e attraverso un contatto diretto con gli allevatori locali, creando reti e sinergie sul territorio.

L’azienda ha un forte approccio alla sostenibilità e alla produzione dei tessuti attraverso impianti di depurazione ad hoc, recuperando gran parte dell’acqua trattata per un suo riutilizzo. Favorisce inoltre il riuso consapevole delle risorse, adottando e ricercando costantemente nuove soluzioni per azzerare l’impatto sull’ambiente.
La scelta delle lane superfini, delle migliori fibre nobili ed il know-how nelle fasi del processo produttivo esaltano al massimo le loro caratteristiche naturali con mischie preziose e con finissaggi particolari.

ll Lanificio Fratelli Piacenza investe, in termini di tempo, risorse e attenzione sulla qualità dei tessuti e nel continuo rispetto delle tradizioni. Ne è esempio Il fiore del cardo, simbolo dell’azienda ed utilizzato nei processi di garzatura vegetale di lane pregiate.
La lavorazione dei tessuti segue tutte le fasi produttive del tessuto quali orditura, tessitura, tintoria, finissaggio e nobilitazione.

Leggi l’articolo dedicato: http://piemonte.checambia.org/storie/lanificio-fratelli-piacenza-sostenibilita-tecnologia-materie-prime-locali/

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Contatta la realtà

Indirizzo

Sito

Email

Telefono

Facebook

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci