Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia

La mappa dell'Italia che Cambia

Ponte nelle Alpi (BL)

Ponte nelle Alpi (BL)

Questo Comune fa parte dell’Associazione Comuni Virtuosi che nasce con l’intento di valorizzare e mettere in Rete le Amministrazioni che si contraddistinguono per aver realizzato politiche realmente virtuose alcune aree di interesse ambientale.

Lo slogan dell’Associazione è vietato non copiare! e l’obiettivo è quello di rendere replicabili e sempre più diffuse politiche che incidono realmente sulla qualità della vita delle persone.

Ponte nelle Alpi è stato a lungo il comune campione nel riciclo in Italia. Dal 2007, l’amministrazione ha smantellato il servizio di cassonetti stradale e lo ha sostituito con quello selettivo porta a porta. Per gestirlo ha creato una società con capitale interamente pubblico, la Ponte servizi srl.

Il successo del sistema di riciclo ha innescato una serie di comportamenti virtuosi nella popolazione. Per esempio, in quasi la metà delle case si esegue il compostaggio (la trasformazione del rifiuto organico in humus), anche grazie ai composter distribuiti in comodato d’uso gratuito dal Comune. Per favorire il recupero dell’olio vegetale, invece, il Comune ha distribuito oltre mille tanichette da cinque litri, da sversare presso l’ecocentro.

Nelle scuole, con il progetto “Sfida all’ultima sporta”, i bambini e famiglie hanno fatto a gara a chi collezionava più scontrini senza la voce di acquisto di shoppers, riducendo cosí il consumo di plastica.

Anche i pannolini vengono riciclati a Ponte delle Alpi, e con la plastica e cellulosa ricavati si costruiscono arredi urbani, un parco giochi e molto altro. Molte famiglie hanno ricevuto kit di pannolini lavabili in cotone.

Al di lá del riciclo, in paese si trova un distributore di latte crudo alla spina, negli uffici comunali la carta è al cento per cento riciclata e, in tema energia, sui tetti di diverse strutture pubbliche (tra scuole, palazzetto dello sport, cimitero, municipio e magazzini comunali) sono stati installati pannelli fotovoltaici. In più, nel 2009 è partito il progetto “Pubblichenergie”: gruppi di acquisto di impianti fotovoltaici o di interventi di risparmio energetico (come la sostituzione delle caldaie o l’isolamento dell’edificio).

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Contatta la realtà

Indirizzo

Sito

Email

Facebook

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci