Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia

La mappa dell'Italia che Cambia

Scup

Scup

Nato dall’occupazione degli spazi abbandonati di via Nola 5 nel 2012, il progetto di SCUP viene sgomberato nel maggio del 2015.

Un grande corteo cittadino risponde aprendo gli spazi abbandonati di Via della Stazione Tuscolana 84, dando continuità al progetto.

Precari, disoccupati, giovani e non del territorio, rispondono alla crisi e rivendicano l’uso degli spazi abbandonati per attività di welfare, servizi, e lavoro, nel campo dello SPORT e della CULTURA.

Un punto di inizio per ripensare tutto il territorio e la sua ricchezza lasciata all’abbandono dagli interessi di privati e dalla malagestione pubblica.

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Contatta la realtà

Indirizzo

Email

Facebook

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci