Pubblicati da Paolo Cignini

“L’autoproduzione mi ha cambiato la vita”: intervista a Stefania Rossini

<p>L&#8217;autoproduzione può trasformare la vita. Lo testimonia l&#8217;esperienza di Stefania Rossini che, ritrovatasi qualche anno fa “casalinga per caso”, ha rivoluzionato completamente il suo modo di vivere. Da allora ha avviato vari progetti, tra i quali l&#8217;apertura di un bed and breakfast e di un ristorante, e soprattutto ha trovato la felicità.</p>

Io faccio così #172 – Mamusca a Milano: nella periferia il bar con le mamme al centro

<p>Mamusca è un bar, libreria e negozio di giochi pensato per mamme e bambini. Oltre a questo, è un luogo d’incontro tra adulti e bambini e una sperimentazione di come fare rete tra le persone, in un quartiere periferico della città, possa contribuire a migliorare la vita di tutti e a ri-concettualizzare l’idea del bar e del luogo di incontro. Partendo con pochi soldi, con il riuso e il riciclo dei materiali e una buona alimentazione. </p>

Io faccio così #169 – Studenti e detenuti in uno spettacolo di luci e ombre

<p>Nato da una collaborazione tra l’Università degli studi di Milano Bicocca e l’Istituto Penitenziario di Opera, lo spettacolo teatrale “Giochi di Luci e Ombre” è un progetto che ci fa scoprire la profondità e il beneficio della collaborazione tra mondi solo apparentemente distanti come università e carcere. Per la ricchezza dei dettagli di questa esperienza, il numero di persone coinvolte e per completezza di informazione la storia di questa settimana è raccontata in tre video. </p>

Io faccio così #167 – Prodotti industriali dagli scarti della canapa: l’idea di Kanesis

<p>Avvicinare il mondo dell&#8217;agricoltura a quello dell&#8217;industria, fornendo a quest&#8217;ultima la prima bioplastica a base di canapa, un materiale completamente vegetale ricavato dagli scarti. È questo il fulcro delle attività di Kanesis, progetto che promuove l&#8217;economia circolare ed il rispetto per la natura quale caposaldo della produzione industriale.</p>

Io faccio così #166 – Una famiglia alla ricerca di una scuola diversa

<p>È possibile vivere e imparare al di fuori dei consueti stili di vita e schemi scolastici tradizionali? È quanto hanno deciso di indagare Lucio Basadonne e Anna Pollio, genitori di Gaia e registi dei documentari Unlearning e Figli della Libertà. Ecco la storia di una famiglia che ha deciso di cambiare le proprie abitudini e la propria vita per documentare la trasformazione e la ricchezza di vedute nel mondo dell&#8217;istruzione.</p>