Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
2 Dic 2015

Il calendario 2016 del canile del Casentino

Scritto da: Daniela Bartolini

E’ uscito il calendario 2016 del canile del Casentino
In distribuzione in questi giorni, a cura dei volontari di Enpa Casentino.

Anche quest’anno i volontari dell’E.N.P.A, l’Ente Nazionale per la Protezione degli Animali, del Casentino, impegnati dal 2004 nella nella gestione del Canile intercomunale di S.Piero in Frassino, propongono il calendario dedicato ai loro ospiti a quattro zampe.

Un’iniziativa in atto da molti anni per sensibilizzare la comunità e raccogliere fondi per la cura e la protezione degli animali.
Una missione in cui i volontari del Casentino sono impegnati dal 2000 con iniziative volte alla protezione tutti gli animali, di qualsiasi razza e specie, da maltrattamenti, sevizie e da ogni attività che sia causa di sofferenza e al controllo delle norme per la tutela degli animali e dei loro diritti, siano essi selvatici, domestici o da compagnia; con campagne di sensibilizzazione per la prevenzione del randagismo ed interventi per promuovere la conoscenza dei diritti degli animali.

Nell’edizione 2016 del calendario “saranno protagonisti assoluti gli ospiti del canile di San Piero, ritratti “A spasso per il Casentino”. E’ stato emozionante accompagnarli in questo percorso, alla scoperta di una Valle generosa di colori, atmosfere e suggestioni. Tra silenziose foreste e antichi borghi, castelli sopravvissuti al logorio dei secoli e affascinanti scorci naturali, ha preso vita un itinerario non solo paesaggistico ma anche emotivo, carico di significati simbolici. A questa Valle i nostri amici a 4 zampe sono legati da un duplice filo. Essa è, per loro, terra matrigna, dimensione in cui si è consumato l’abbandono, il rifiuto e talvolta il maltrattamento. Ma anche Madre generosa e ospitale, luogo nel quale sorge un Rifugio che li ha accolti e profondamente amati. Luogo in cui, ci auguriamo prima possibile, una nuova famiglia li risarcirà di ciò che è stato loro tolto.”
Quest’anno il calendario è disponibile anche in formato da tavolo.Il calendario può essere acquistato il sabato e la domenica, dalle 9:30 alle 12, presso la struttura del canile o in numerosi punti vendita.Per scoprire dove è possibile trovare il calendario clicca qui.

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

La rabbia afroamericana e Trump vs. Twitter – Io Non Mi Rassegno #148

|

E ora parliamo di educazione sessuale senza tabù

|

Tutti insieme per ripensare l’educazione: nasce Scuola Costituente!

|

Quali sinergie per un domani sostenibile? Una diretta resistente su ambiente e futuro!

|

Cittadini stranieri aprono le porte di casa e invitano i vicini a gustare le cene dal mondo

|

Riusciremo a fare a meno della plastica? – A tu per tu#3

|

I cinque studenti dell’isola di Alicudi e la resilienza delle piccole scuole

|

Il futuro di eventi e festival musicali? Ripartiamo dalla sostenibilità!