13 Mag 2016

Amico Museo 2016

Scritto da: Daniela Bartolini

Tornano dal 14 maggio al 5 giugno le visite di primavera nei Musei della Toscana. Anche in Casentino musei ed ecomusei aperti per visite guidate, presentazioni, esposizioni straordinarie, laboratori, animazioni.

Centinaia di attività diverse accomunate da un’identica passione: restituire il patrimonio culturale alla comunità con proposte che appaghino la curiosità di ogni visitatore.
Torna anche quest’anno Amico Museo, il programma della Regione Toscana che apre le porte di centinaia di musei toscani con eventi speciali dedicati a tutti.

La tematica proposta per il 2016 è Musei e paesaggi culturali. Sarà così possibile narrare gli effetti e gli aspetti, in vari tempi e luoghi, del condizionamento umano sul paesaggio, anche in relazione al 50° anniversario delle grandi alluvioni del 1966.

Le sezioni speciali di Amico Museo 2016 sono dedicate quest’anno: alle attività che i musei con particolare attenzione e cura attiveranno nei confronti di un pubblico diversamente abile e che saranno oggetto di specifiche iniziative di promozione; alla Via Francigena: dedicata ai musei che si trovano lungo il percorso; e alle Case della memoria: eventi speciali, aperture straordinarie, visite guidate e molto altro nell’ambito del circuito delle Case della memoria.
Evento speciale sarà La notte dei musei che si svolgerà in tutta Europa il 21 maggio, con ingresso gratuito dalle 21 alle 23 nei musei aderenti all’iniziativa.

In Casentino questa è da anni l’occasione per Porte aperte all’Ecomuseo: per tre domeniche (15, 22 e 29 maggio) le strutture dell’Ecomuseo aprono le loro porte dalle 16 alle 19 per visite guidate, dimostrazioni, incontri, sorprese.

Puoi fare la differenza!

Immaginiamo il nostro giornale come una cassetta degli attrezzi per diventare un vero protagonista del cambiamento. Dentro ci trovi la mappa con i migliaia di progetti virtuosi, gli articoli, le video storie, i nuovi format video e tante progetti che stiamo costruendo insieme alla nostra comunità. 

Per continuare a farlo abbiamo bisogno di te.

Puoi fare la differenza!

Immaginiamo il nostro giornale come una cassetta degli attrezzi per diventare un vero protagonista del cambiamento. Dentro ci trovi la mappa con i migliaia di progetti virtuosi, gli articoli, le video storie, i nuovi format video e tante progetti che stiamo costruendo insieme alla nostra comunità. 

Per continuare a farlo abbiamo bisogno di te.

Sabato 14 maggio, alle ore 15.30, il Museo dell’Arte della Lana organizza una visita guidata dal titolo “L’Acqua da calamità a risorsa: l’utilizzo della forza idrica nel Lanificio di Stia”. Il riferimento è da una parte alla grande alluvione del ’66 e dall’altra all’acqua come risorsa essenziale per il lavoro del lanificio, utilizzata per azionare le macchine dei reparti. Durante la visita guidata saranno svolte dimostrazioni con strumenti elettrostatici.

Al Museo Archeologico del Casentino “Piero Albertoni” di Bibbiena sabato 21 maggio alle 21 “I tagli bellici nella foresta di Camaldoli. 1915-1918 Nelle foto della ditta Feltrinelli Legnami”, conferenza del dott. Simone Borchi organizzata in collaborazione col GAC Casentino Archeologia. In occasione della Notte dei Musei, il museo resterà inoltre aperto fino alle ore 23 con ingresso gratuito.
Sabato 28 maggio alle 21 presentazione del romanzo breve di Riccardo Bargiacchi “Falterona”, accompagnato da letture brevi nelle sale del museo. “Falterona” è un thriller con risvolti soprannaturali, ambientato nel sito archeologico etrusco del Lago degli Idoli in Casentino, sul monte Falterona, in cui l’autore ha lavorato per conto della cooperativa responsabile dello scavo dal 2003 al 2007. Un romanzo che tra spunti reali e fantasia, narra come un “diario di scavo” una trama originale, avvincente e incalzante, tra storie e leggende casentinesi, e tra un complesso sistema di implicite ed esplicite citazioni letterarie.
Domenica 29 maggio alle 16 “Un giorno nel castello” laboratorio per famiglie per “vivere” nel Medioevo casentinese e visita guidata al museo e al centro storico di Bibbiena.

Articoli simili
L’ultima accademia di Belle Arti attiva sulle Alpi che valorizza il territorio vigezzino
L’ultima accademia di Belle Arti attiva sulle Alpi che valorizza il territorio vigezzino

Kronoteatro: mancano i sostegni e la compagnia ligure pluripremiata è a rischio
Kronoteatro: mancano i sostegni e la compagnia ligure pluripremiata è a rischio

Hisn Al-Giran, l’antico villaggio bizantino rinasce grazie a un gruppo di giovani siciliani
Hisn Al-Giran, l’antico villaggio bizantino rinasce grazie a un gruppo di giovani siciliani

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Cosa succedeva nel 2012? Dieci cose che sono cambiate (in meglio) negli ultimi dieci anni

|

Da psicologa a Torino a operatrice olistica in val di Vara: la storia di Fulvia

|

Incendi dolosi per spendere poco e fare in fretta: gli speculatori fanno strage di ulivi del Salento

|

Nasce la Scuola Nazionale di Pastorizia per un rilancio delle aree interne e montane

|

Vi spieghiamo la filosofia di NaturaSì, dalla biodinamica al giusto prezzo per i contadini – Io Faccio Così #341

|

Parti con noi alla scoperta della Palermo che Cambia

|

Acqua bene comune, pubblico e sicuro: è ora di agire, prima che sia troppo tardi