25 Gen 2017

Vuoi visitare le Marche e imparare gli antichi mestieri?

Scritto da: Elena Risi

Promuovere percorsi turistici che offrano ai viaggiatori la possibilità di conoscere e imparare gli antichi mestieri e le realtà artigianali delle Marche entrando così in contatto con le comunità locali per scoprirne il valore. Da un'idea di Federico Brocani nasce Marchecraft, il portale che propone una nuova concezione di turismo che unisce tradizione e innovazione.

Salva nei preferiti

Duemila chilometri in due mesi. Tanta è stata la strada percorsa da Federico Brocani attraverso la sua regione, le Marche, per conoscere e visitare le numerosissime realtà artigianali presenti. Il viaggio nasce da un’idea, quella di unire artigianato e turismo, offrendo ai visitatori la possibilità non solo di godere degli splendidi paesaggi di questo territorio, ma anche di conoscere e provare in prima persona i mestieri più antichi che animano questa regione. Il trait de union sarà possibile grazie ad un portale – “Marchecraft” – che metterà in comunicazione il turista con le botteghe artigiane.

corso-ceramica-03-600x600

Sarà possibile organizzare delle visite, pianificare workshop e prendere parte a percorsi enogastronomici degustando in bicchieri e piatti rigorosamente fatti a mano. Il “packaging” insomma non prevede plastica ma solo fatture artigianali.

 

Quando racconta cosa gli è rimasto di quei due mesi trascorsi alla scoperta dell’artigianato marchigiano, Federico non ha dubbi: “le mani di quelle persone, che rispecchiano la fatica e la passione che ogni giorno impiegano per portare avanti tradizioni e antiche culture”. Ricorda, tra gli altri, un rilegatore di libri che usa una tecnica del ‘600 o il fabbricatore di carta. “Ogni artigiano è un pezzo di storia”, spiega, “e sarà questa la grande ricchezza del progetto”, senza considerare che sarà tutto immerso nello splendido paesaggio marchigiano.

 

Il progetto di “Marchecraft” è già avviato ma è aperto ad eventuali contributi da parte di professionalità esterne specifiche (come ad esempio SEO specialist) che siano interessate a svilupparlo insieme al suo fondatore.

 

La passione di Federico per il suo territorio lo ha spinto anche ad aprire una piattaforma di crowdfunding aiutiamoli per sostenere le zone colpite dal terremoto.

 

 

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Vacanze in natura “tra terra e cielo” coltivando alimentazione sana e relazioni
Vacanze in natura “tra terra e cielo” coltivando alimentazione sana e relazioni

Infinityhub: rendere il turismo a Venezia più sostenibile è possibile
Infinityhub: rendere il turismo a Venezia più sostenibile è possibile

Cristofero Costanzo: “Tra mandorle e ulivi ho scommesso sull’agricampeggio in Sicilia”
Cristofero Costanzo: “Tra mandorle e ulivi ho scommesso sull’agricampeggio in Sicilia”

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Aurore boreali, Sar, che succede ai nostri cieli? – #937

|

La VegToria, la nuova fattoria vegana sulle alture di Genova

|

Olga Karatch: “Contro la guerra patriarcale, dobbiamo dare voce alle donne per la pace”

|

WWOOFing all’Ecosfera: un viaggio alla scoperta della permacultura e di connessioni umane

|

Favola Industriale Blues: con l’arte si racconta cosa accade intorno al polo petrolchimico di Siracusa

|

Dalla Sardegna arriva l’intelligenza artificiale locale e sostenibile che “parla” con le piante

|

Mindful eating: l’approccio a un’alimentazione consapevole promosso da Marina e Paola

|

A Capaci nasce MuST23, un museo interattivo come luogo di riscatto civile e sociale

string(9) "nazionale"