Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
25 Gen 2017

Vuoi visitare le Marche e imparare gli antichi mestieri?

Scritto da: Elena Risi

Promuovere percorsi turistici che offrano ai viaggiatori la possibilità di conoscere e imparare gli antichi mestieri e le realtà artigianali delle Marche entrando così in contatto con le comunità locali per scoprirne il valore. Da un'idea di Federico Brocani nasce Marchecraft, il portale che propone una nuova concezione di turismo che unisce tradizione e innovazione.

Duemila chilometri in due mesi. Tanta è stata la strada percorsa da Federico Brocani attraverso la sua regione, le Marche, per conoscere e visitare le numerosissime realtà artigianali presenti. Il viaggio nasce da un’idea, quella di unire artigianato e turismo, offrendo ai visitatori la possibilità non solo di godere degli splendidi paesaggi di questo territorio, ma anche di conoscere e provare in prima persona i mestieri più antichi che animano questa regione. Il trait de union sarà possibile grazie ad un portale – “Marchecraft” – che metterà in comunicazione il turista con le botteghe artigiane.

corso-ceramica-03-600x600

Vuoi cambiare la situazione
del viaggiare in italia?

ATTIVATI

Sarà possibile organizzare delle visite, pianificare workshop e prendere parte a percorsi enogastronomici degustando in bicchieri e piatti rigorosamente fatti a mano. Il “packaging” insomma non prevede plastica ma solo fatture artigianali.

 

Quando racconta cosa gli è rimasto di quei due mesi trascorsi alla scoperta dell’artigianato marchigiano, Federico non ha dubbi: “le mani di quelle persone, che rispecchiano la fatica e la passione che ogni giorno impiegano per portare avanti tradizioni e antiche culture”. Ricorda, tra gli altri, un rilegatore di libri che usa una tecnica del ‘600 o il fabbricatore di carta. “Ogni artigiano è un pezzo di storia”, spiega, “e sarà questa la grande ricchezza del progetto”, senza considerare che sarà tutto immerso nello splendido paesaggio marchigiano.

 

Il progetto di “Marchecraft” è già avviato ma è aperto ad eventuali contributi da parte di professionalità esterne specifiche (come ad esempio SEO specialist) che siano interessate a svilupparlo insieme al suo fondatore.

 

La passione di Federico per il suo territorio lo ha spinto anche ad aprire una piattaforma di crowdfunding aiutiamoli per sostenere le zone colpite dal terremoto.

 

 

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Il Papa e le coppie omosessuali – Io Non Mi Rassegno #237

|

SPIGA: il forno sociale per la rigenerazione artigiana della periferia

|

I Deplasticati: il gruppo sanremese che libera la città e le spiagge dai rifiuti

|

Il Parlamento europeo condanna i tirocini gratuiti. Una risoluzione storica per gli stagisti

|

La Specie Felice: pensare e praticare la felicità per costruire un futuro di benessere condiviso

|

Orizzontale: gli architetti che rigenerano lo spazio pubblico e creano comunità – Io faccio così #304

|

Vaia, la startup che pianta nuovi alberi nei boschi delle Dolomiti distrutti dalla tempesta

|

Imparare per il futuro: il nostro racconto del viaggio Erasmus verso la sostenibilità