8 Mar 2017

Il Casentino e le sue donne

Scritto da: Daniela Bartolini

Incontro pubblico venerdì 10 alle 21 al Castello dei Conti Guidi: fra cultura e memoria, musica e racconti, storie al femminile da conoscere o riscoprire per celebrare la ricorrenza dell’8 marzo.

A Poppi venerdì 10 marzo alle ore 21 presso il salone delle feste del Castello dei Conti Guidi è in programma l’incontro pubblico ad ingresso gratuito dal titolo “Il Casentino e le sue donne”, iniziativa comprensoriale promossa da tutti i Comuni del Casentino nell’ambito delle celebrazioni della ricorrenza dell’8 marzo, festa internazionale della donna.

La serata vede la partecipazione di alcune ospiti e rappresentanti del mondo istituzionale, fra cultura e memoria, musica e racconti, storie al femminile da conoscere o riscoprire.

Fra le donne che si racconteranno al pubblico, Loretta Mazzetti, modellista Miniconf e maestra sul lavoro, la scrittrice Anna Maria Vignali, la regista, editor tv e giornalista Linda Fratini ed il Maggiore dei Carabinieri Paola Ciampelli.
Gli interventi musicali saranno a cura della cantautrice casentinese Benedetta Giorgi, e ci saranno anche la proiezione di un video del servizio CRED dell’Unione dei Comuni dal titolo “I volti delle donne in Casentino”, e alcune letture – curate da studenti del Liceo “G. Galilei” di Poppi – dal volume di Francesco Pasetto “Donne casentinesi. Itinerari nell’universo femminile di ieri”.

Saluti istituzionali da parte di Valentina Calbi, presidente dell’Unione dei Comuni Montani del Casentino, Eleonora Ducci, Sindaco di Talla e vice presidente della Provincia di Arezzo, Lisa Bucchi, assessore alle pari opportunità del Comune di Poppi. L’evento è inserito nel programma di manifestazioni della Consulta Provinciale delle Pari Opportunità ed ha anche il patrocinio della Provincia di Arezzo.

Articoli simili
Retake Torino: i cittadini si attivano per il decoro urbano

Vale la Pena: la birra artigianale fatta dai detenuti

“Io vorrei restare a casa”. Come aiutare le persone senza fissa dimora?
“Io vorrei restare a casa”. Come aiutare le persone senza fissa dimora?

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Milarepa, il collettivo che recupera i muretti a secco liguri

|

Vinokilo, il mercato circolare di abiti usati venduti al chilo

|

Piantare alberi salverà il mondo, ma attenzione a come lo fate

|

Lightdrop, la piattaforma che sostiene relazioni e territorio, cerca collaboratori

|

Ballottaggi: e ci ostiniamo a chiamarla maggioranza! – Aspettando Io Non Mi Rassegno #4

|

Famiglie Arcobaleno: Leonardo e Francesco, storia di due papà – Amore Che Cambia #28

|

Nasce il libro che racconta gli ecovillaggi italiani: uno strumento per cambiare vita