11 Mag 2017

Bici in città a Bibbiena

Scritto da: Daniela Bartolini

La manifestazione nazionale promossa dalla Uisp sbarca a Bibbiena domenica 13 maggio. con l’obiettivo di promuovere uno stile di vita sano, unito ad una corretta alimentazione. Un evento per celebrarare anche la chiusura del secondo anno del progetto sulla sana e corretta alimentazione promosso negli istituti comprensivi del Comune.

Salva nei preferiti

Con la pacifica invasione di bici si conclude domenica il secondo anno del percorso triennale avviato nel 2015 per promuovere uno stile di vita sano e una corretta alimentazione con la convenzione tra il Comune, Coldiretti, Istituto comprensivo “Bernardo Dovizi” di Bibbiena e “13 aprile 1944” di Soci e avviato con il supporto del Movimento Donne Impresa.
Un percorso che ha portato in aula gli operatori delle fattorie didattiche per far conoscere ai giovani la filiera del miele e dei cereali, i dietisti della Lilt, sane merende per tutti e che ha previsto anche visite nelle fattorie ed incontri con i genitori per sensibilizzare tutta la famiglia sul tema dell’alimentazione e dello sport.

La giornata inizia alle ore 15 con il ritrovo in sella presso piazza Sacconi da cui alle 15,30 inizierà la pedalata sulla pista ciclopedonale lungo l’Archiano. Al termine del percorso, presso l’area verde di Soci, merenda per tutti con i prodotti del circuito Coldiretti/Campagna Amica. Dalle 17,30 laboratorio di cucina per i più piccoli a cura di Coldiretti e della Banda dei Piccoli Chef per ricordare in pratica le regole di una corretta alimentazione e mettere sul piatto quanto appreso durante il percorso portato avanti sui banchi di scuola e nel mondo agricolo casentinese.

Per le 18,30 è previsto il ritorno in bici a Bibbiena.
All’evento saranno preseni anche Gino Ciofini, presidente Uisp, e Paolo Norcini, al vertice della sezione ciclismo della Uisp, dell’asserore allo sport e Vice sindaco di Bibbiena Francesca Nassini e Mara Paperini, assessore alla Pubblica istruzione.

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
La mobilità sostenibile a Napoli: dalla smart mobility al car sharing
La mobilità sostenibile a Napoli: dalla smart mobility al car sharing

A Caltanissetta la ciclofficina sociale che promuove mobilità lenta e cicloturismo responsabile
A Caltanissetta la ciclofficina sociale che promuove mobilità lenta e cicloturismo responsabile

Ponte sullo Stretto, dubbi e anomalie di un progetto senza fine
Ponte sullo Stretto, dubbi e anomalie di un progetto senza fine

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

A Gaza è l’intelligenza artificiale a scegliere chi sarà ucciso – #918

|

Arte e ricerca al femminile: a Cagliari un stanza tutta per loro, artiste del nostro tempo

|

MAG4, la mutua autogestione piemontese, si schiera contro il mercato delle armi

|

Percorsi Spericolati, continua la formazione per sviluppare progetti innovativi per le aree interne

|

Cosa faresti se finissi su un’isola deserta? Esperimento di filosofia a scuola

|

Val Pennavaire in rete: la nuova e inaspettata zuppa di sasso

|

Gaetano, terapista forestale dei Monti Lattari: “La foresta mi ha guarito”

|

Cuscini Bio, la moda etica e quel giocattolo dentro a una fornitura tessile

string(9) "casentino"