Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
24 Mag 2017

La campagna educazione è stata un successo!

La campagna "La scuola cambia, cambia la tua scuola" è appena terminata con risultati davvero incoraggianti. Centinaia di persone in tutta Italia si sono attivate per cambiare la propria scuola e formarsi sull'educazione all'aria aperta. In questo articolo presentiamo i risultati della campagna e vi diamo un indizio sulla prossima. Curiosi?

Sì è appena conclusa la nostra campagna La scuola cambia, cambia la tua scuola con risultati davvero incoraggianti.

 

Vuoi cambiare la situazione
dell'educazione in italia?

ATTIVATI

162 persone iscritte ai corsi per avviare una SCUOLA ALL’APERTO nel proprio territorio
46 città coinvolte
6 corsi pronti a partire
10 corsi in attivazione

 

mappa1

 

La campagna era incentrata sui modelli educativi alternativi: per due mesi (da metà marzo a metà maggio) abbiamo chiesto alle persone di informarsi leggendo i nostri articoli ed attivarsi per cambiare la scuola.

 

L’azione principale proposta è stata quella di formarsi per creare una scuola all’aria aperta. Abbiamo proposto anche un corso specifico, organizzato dai nostri amici dell’Associazione Manes (Asilo del Mare, Scuola nel bosco) con una formula particolare: si chiedeva alle persone interessate di compilare un form in cui si indicava la città in cui si voleva frequentare il corso dopodiché il corso partiva laddove si raggiungeva la soglia minima di 10 iscritti.

 

Qua puoi consultare la mappa con la geolocalizzazione di tutti i partecipanti.

 

Adesso la campagna è conclusa, ma rimane la possibilità di iscriversi ai corsi organizzati dall’associazione Manes attraverso la nostra pagina dedicata

 

Si tratta di un buon risultato, in linea con quello che ci aspettavamo, che probabilmente porterà all’apertura di nuove scuole all’aperto in tutta Italia.

 

Se questa campagna ti è piaciuta resta in ascolto, fra pochissimo uscirà la prossima. Ti diamo un indizio: si tratta di un’attività estremamente piacevole. Sei curioso? Allora continua a seguirci…

 

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

La repressione cinese degli Uiguri – Io Non Mi Rassegno #217

|

Largo all’immaginazione e alla libera creatività: le scuole steineriane di Vallebona

|

Gli assorbenti lavabili e solidali che promuovono l’integrazione e la salute di tutte le donne

|

Sebastiano, il giovane contadino che per cambiare il mondo coltiva la terra

|

In Italia si mappano i borghi per chi vuole vivere e lavorare in montagna

|

Comunità energetiche rinnovabili: una via per la transizione? – A tu per tu #6

|

Diffondere informazione positiva e gentilezza: arriva il Festival Mezzopieno!

|

Lucia Cuffaro e l’autoproduzione, la ricetta quotidiana per una società più giusta e resiliente