26 Gen 2019

Come aumentare la produttività di un’azienda agricola?

Scritto da: Annalisa Jannone

Presso la Scuola di Pratiche Sostenibili della Cascina Santa Brera a Milano, l’associazione Deafal propone un percorso di formazione modulare in agricoltura rigenerativa finalizzato a migliorare la produttività e redditività di una moderna azienda agricola biologica.

Una realtà particolarmente significativa in Italia nel campo della formazione e assistenza in agricoltura è certamente Deafal, associazione che promuove e diffonde lo studio, la sperimentazione e l’applicazione di metodologie innovative in ambito agronomico, economico e sociale. In Italia e all’estero l’obiettivo quello è di incentivare una produzione di cibo sano e accessibile a tutti generando così una società giusta ed equa.

Una delle metodiche più importanti è l’Agricoltura Organica Rigenerativa, capace di affrontare la complessità del sistema agronomico preservando la biodiversità, rigenerando il terreno e riducendo la dipendenza iniqua dei produttori dal mercato e dall’industria agrochimica.

La forza del metodo è la capacità di integrare le conoscenze scientifiche del suolo, delle piante, del pascolo, del ciclo produttivo con diverse tecniche in ottica sistemica e quindi rigenerativa. Dove si minimizza lo spreco, si valorizzano le risorse esistenti di ogni specifico contesto, si riattiva la vitalità del naturale ciclo biologico acquisendo in produttività.

22688717_1857240231163278_2468129759974796338_n

Sempre più agricoltori sentono la propria debolezza economica affiancata alla grave perdita di fertilità del suolo. Questo sta spingendo molti piccoli e medi produttori ad accrescere la propria forza migliorando le conoscenze tecniche e scientifiche, dall’uso delle piante “motori di fertilità” all’uso e alla gestione dei microrganismi. Nuovi tipi di pascolo possono essere integrati a frutteti e alla produzione di cereali permettendo una produzione di cibo sano e la riduzione dei costi di gestione aziendale.

Nel ventaglio di occasioni formative proposte da Deafal in AOR, si svolgerà da febbraio a novembre, un percorso modulare di 4 incontri di base più altri di approfondimento alla Cascina Santa Brera, oasi di biodiversità, nel contesto monocolturale di mais e riso del Parco Agricolo Sud di Milano. Gli argomenti avranno un focus, oltre che sul suolo, sulla pianificazione dei sistemi agroforestali, in particolare i frutteti; il pascolo organico e rigenerativo con approfondimenti sulla nutrizione, sulla gestione delle comuni patologie e la cerealicoltura: il frumento e i cerali minori. Anche il riso può essere coltivato senza chimica.

DSC_3164

In Cascina, accanto a Terra e Acqua, un’azienda agricola, di allevamento e agriturismo, nasce nel 2011 la cooperativa Praticare il Futuro. Le attività svolte sono molte, soprattutto didattiche ed esperienziali, per bambini e famiglie. Si incentiva lo sviluppo di abilità artigianali, la conoscenza della natura e il contatto con gli animali. L’esperienza maturata ha portato la cooperativa a rilevare la Scuola di Pratiche Sostenibili in cui si sperimenta e si promuove la progettazione in Permacultura e specifici laboratori di autoproduzione dalla caseificazione, panificazione alla cosmesi naturale.

Proprio in questo contesto dal 2015, gli agronomi di Deafal organizzano parte dei propri corsi in questo contesto, con l’obiettivo di potenziare le capacità produttive delle singole aziende.

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Ricominciare con i piedi per terra: la storia di due amiche e della loro Zollamania
Ricominciare con i piedi per terra: la storia di due amiche e della loro Zollamania

Orto Bio: a Catania in un terreno privato nasce un orto condiviso
Orto Bio: a Catania in un terreno privato nasce un orto condiviso

Produrre cibo sano e biologico attorno a una comunità: l’esempio virtuoso della CSA del chierese
Produrre cibo sano e biologico attorno a una comunità: l’esempio virtuoso della CSA del chierese

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Iran, tre giorni di sciopero contro il regime – #633

|

Il Gridas e il “modello Scampia”: unire le forze per far rinascere le periferie – Dove eravamo rimasti #6

|

Gigliola Sigismundi: “Medicina forestale e olii essenziali, le grandi passioni che ho trasformato in lavoro”

|

I Borghi più belli d’Italia: alla riscoperta di un’Italia poco conosciuta

|

Legambiente: “La linea Alta Velocità Torino-Lione è fuori tempo massimo”

|

“Cosa mi sarei persa”. Federica Ooyen racconta come rifiorire dalla depressione

|

Tutti i numeri del consumo di suolo, fra danni economici, assenza di norme e tragedie annunciate

|

La storia di Vincenzo Deluci, la passione per la musica e la battaglia per una disabilità inclusiva