6 Lug 2017

Sport e disabilità a Badia Prataglia

Scritto da: Daniela Bartolini

Dal 6 luglio un workshop nazionale per la pratica degli sport per i portatori di handicap a Badia Prataglia. Ci sarà anche la nazionale di calcetto FISDIR recente campione del mondo.

Dopo aver ospitato il Campionato Mondiale Trail 2017, Badia Prataglia accoglie adesso un altro grande evento a sfondo sportivo, anche se stavolta non si corre ma si parla e ci si confronta a tavolino. Nel paese più grande situato all’interno del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, dal 6 all’8 luglio si svolge infatti un workshop nazionale di secondo livello dal titolo “Sport-terapia e disabilità”, promosso da Asi settore Sport Disabili, volto all’approfondimento delle opportunità e delle problematiche legate alla pratica sportiva dei diversamente abili.

In tre giornate di lavoro verranno approfondite le caratteristiche di tutti gli sport, e le possibilità di pratica a livello biologico e strutturale connesse a diverse tipologie di disabilità. L’iniziativa è inserita in un quadro di grande sviluppo conosciuto negli ultimi anni soprattutto dalle discipline paraolimpiche, con visibilità in aumento da parte dei media e con l’affacciarsi sulla principale ribalta di sportivi come la giovanissima e carismatica Bebe Vio, schermitrice azzurra medagliata a Rio 2016.

Oltre a corsi, seminari e tavole rotonde, l’iniziativa prevede anche momenti sul campo e sedute di allenamento o dimostrative in palestre, campi sportivi e piscine. Saranno presenti fra gli altri anche gli atleti della nazionale italiana laureatisi di recente campioni del mondo di calcio a 5 FISDIR, che disputeranno una partita sabato sera contro tecnici e dicenti dei corsi. Al termine del seminario le prove di esame, consegna degli attestati e chiusura dei gruppi di lavoro. Chi lo vorrà potrà rimanere anche domenica 9, quando sono state previste iniziative escursionistiche e ricreative per i partecipanti.

Fra i soggetti patrocinatori e partner dell’iniziativa, ci sono l’’ASI – Ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI – il Comitato Italiano Paraolimpico, la FISDIR (Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettive Relazionali), ENUPI (Ente di formazione per i docenti delle scuole), i Comuni di Poppi e Bibbiena e l’Ente Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, oltre a varie società sportive dilettantistiche e sponsor privati.

Vuoi cambiare la situazione di salute e alimentazione in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Negozio Leggero, dove fare la spesa alla spina per un nuovo commercio di vicinato

|

Il passo della sosta: quando la vita rinasce mentre si siede su una panchina

|

EcoPlanner, eventi green perché a festeggiare sia anche la Terra

|

Siamo alla frutta: la natura non è una catena di montaggio!

|

Abusi edilizi: ecco cosa sta succedendo in Sicilia

|

Giufà come Godot: gli attori scendono dal palco e diventano attivisti

|

Orsigna Arum Festival: ritroviamoci nel bosco per rigenerare noi stessi e gli altri