Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
28 Set 2017

Torna a Giaveno la Giornata del Riuso

Scritto da: Daniela Bartolini

Torna a Giaveno, in provincia di Torino, la Giornata del Riuso, iniziativa per produrre meno rifiuti e dare slancio al riuso. Il prossimo appuntamento è previsto il 15 ottobre.

Oggetti ancora riutilizzabili ma che non usiamo più, o non abbiamo mai usato. Spesso le nostre case ne sono piene. Anziché farli diventare rifiuti, perché non destinarli a qualcun altro? È a questo scopo che il Comune di Giaveno e la Commissione Rifiuti Zero organizzano la “Giornata del Riuso”.

I cittadini sono invitati a consegnare oggetti, piccoli elettrodomestici, giocattoli, mobili, soprammobili, biciclette e vestiti di cui vogliono disfarsi.

La consegna dei materiali è riservata ai cittadini giavenesi e valgioiesi, è pertanto necessario presentarsi muniti di tessera. Dalle ore 10.30 alle ore 13.00 tutti coloro che sono interessati possono recarsi a prendere quello che interessa gratis.

La Giornata del Riuso viene proposta dal comune di Giaveno a partire dallo scorso anno. Le prossime date in programma sono: domenica 15 ottobre, domenica 19 novembre e domenica 17 dicembre.

“Queste giornate continuano ad andare bene: c’è sempre una buona affluenza di persone che portano oggetti oppure che li prendono. Trovo ottima l’idea che oggetti non più utilizzati possano avere una seconda vita e diventare utili per qualcun altro. In questo modo non vengono sprecati”, ha commentato l’Assessore all’Ecologia Marilena Barone (fonte).

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

L’Europa approva il diritto alla riparabilità! – Io Non Mi Rassegno #267

|

Cinquecento psicologi per aiutare le persone in difficoltà a causa della pandemia

|

La bibliofficina di quartiere: promuovere la socialità tra letture e riparazioni

|

LaCasaRotta: da cascina abbandonata ad ecovillaggio diffuso dove ritornare a essere comunità – Io faccio così #309

|

Pace, inclusione e solidarietà: l’impegno di Melagrana per la tutela dei diritti umani

|

The Great Reset, il futuro prossimo. Come la crisi del Covid potrebbe cambiare il mondo

|

Progetto Happiness: in viaggio intorno al mondo alla ricerca della felicità

|

Irene, la pittrice che dipinge gli sguardi delle donne vittime di violenza