5 Ott 2017

Naturografie, si presenta a Raggiolo il progetto di Roberto Ghezzi

Scritto da: Daniela Bartolini

L'8 ottobre l'iniziativa dell’Ecomuseo del Casentino

Domenica 8 ottobre all’EcoMuseo della Castagna di Raggiolo si tiene la presentazione del progetto “Naturografie”, a cura di Roberto Ghezzi. Come dice la parola stessa, il progetto è una sorta di mostra che consiste nel vedere come la Natura “disegna” tele e lamiere abbandonate nell’ambiente, come gli elementi le modellano alla stregua delle mani di un pittore.

Questo di Ghezzi: “Un giorno sono uscito dallo studio con una tela di quelle che utilizzavo per dipingere la realtà, ed ho raggiunto un torrente in un bosco. Qui ho consegnato per la prima volta una tela alla natura, con un gesto liberatorio, ancorandola al fondale del fiume in maniera che sulla sua superficie, come nei miei dipinti, si incontrassero acqua ed aria. Da allora ho posizionato in natura 47 tele di cotone e 12 lamiere, di forma quadrata e varie dimensioni, adattandole al luogo prescelto. Ho monitorato quotidianamente ogni supporto e seguendone l’evoluzione; quando ho ritenuto che fosse il momento opportuno, li ho prelevati per sottoporli ad una resinatura che ne potesse preservare l’esatto stato. In tutto questo tempo non sono mai voluto intervenire, lasciando che gli elementi agissero indisturbati sull’opera e che la realtà vi depositasse la sua traccia. Tuttavia sono sempre stato io a decidere i materiali utilizzati, il posizionamento e i tempi di permanenza nell’ambiente, in modo che le mie scelte influissero razionalmente sul risultato almeno quanto il fluire degli elementi sulle superfici. Credo che dietro alle cose, oltre il caos, esista una bellezza più vasta e profonda di quella che possiamo comprendere”.

Alla presentazione di questa interessante iniziativa intervengono Eleonora Ducci, assessore alla cultura Unione dei Comuni; Fiorenzo Pistolesi, sindaco comune di Ortignano Raggiolo; Paolo Schiatti, La Brigata di Raggiolo; Andrea Rossi, Ecomuseo del Casentino UCMC; Francesco Rossi Raccolta Rurale “Casa Rossi”, Soci. Il programma si completa nel prosieguo del pomeriggio: alle 16:3, breve passeggiata fino alle installazioni lungo il torrente Barbozzaia, dove le tele saranno collocate fino alla festa di castagnatura a Raggiolo prevista per il 29 ottobre, quando si scoprirà cosa la natura vi ha impresso.

Alle 17, al Mulino di Morino: Genius loci, geografie della terra, percorsi della mente. Letture di Samuele Boncompagni A seguire merenda a cura de La Brigata di Raggiolo

Info: Centro Servizi Rete Ecomuseale del Casentino 0575-507272

Articoli simili
CasaBottega: i negozi sfitti del quartiere si trasformano in atelier e laboratori artistici
CasaBottega: i negozi sfitti del quartiere si trasformano in atelier e laboratori artistici

“De Naturarum Magnificentia”: Open Call for artists
“De Naturarum Magnificentia”: Open Call for artists

Restauro Ambientale Sostenibile: il bando per valorizzare la tua città!
Restauro Ambientale Sostenibile: il bando per valorizzare la tua città!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Il Piccolo Festival della Microfinanza, perché il denaro crei ricchezza per le comunità

|

La disabilità non è un atto eroico, io racconto prima di tutto le persone

|

50 proposte per decementificare e rigenerare la natura in 24 città italiane

|

Banca dei semi, educazione alimentare e consegne ecologiche: quando un orto è molto più di un orto

|

Calabria che cambia: il primo incontro per cambiare insieme l’immaginario di questa terra

|

Porto di Genova: “Staremo qui finché non otterremo quello che ci spetta”

|

Persefone di ieri e di oggi… storie di miti moderni