Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
7 Nov 2017

Acqua potabile dal mare: con Saltless è possibile

Scritto da: Alessandra Profilio

Un gruppo di ricercatori del Politecnico di Torino ha messo a punto “Saltless”, un innovativo metodo di dissalazione per ottenere acqua potabile dal mare.

Saltless: è così che è stato battezzato l’innovativo metodo di dissalazione del mare messo a punto da un gruppo di ricercatori del Dipartimento Energia del Politecnico di Torino e in grado di offrire 100 litri di acqua potabile al giorno senza bisogno di elettricità.

La tecnologia si basa su un processo di evaporazione e condensazione in serie: l’acqua di mare viene fatta evaporare e successivamente condensare a temperature differenti in più stadi. SI ottiene così acqua perfettamente potabile.

Attualmente il dissalatore è in grado di fornire più di 100 litri di acqua al giorno, quantità sufficiente a soddisfare i bisogni primari di una cinquantina di persone. Una successiva ingegnerizzazione del dispositivo potrà però consentire di raggiungere volumi di acqua potabile superiori.

La novità principale consiste nella possibilità di alimentare il processo di distillazione con una fonte di calore “di recupero”, anche di scarso pregio.

I ricercatori hanno studiato la possibilità di impiegare il calore normalmente disperso in ambiente dal circuito di raffreddamento (il radiatore) o dai gas di scarico di un motore Diesel.

Si tratta di motori già utilizzati nei gruppi elettrogeni presenti in molte località isolate in Paesi in via di sviluppo o in condizioni di emergenza (ospedali da campo, campi profughi, calamità naturali). Questa soluzione permette di offrire contemporaneamente: elettricità (dal gruppo elettrogeno), acqua potabile (dal distillatore) e acqua calda a uso sanitario.

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

La crisi del petrolio e la potenza degli oceani – Io Non Mi Rassegno #110

|

Stop agli attendismi: d’inquinamento e di traffico si muore!

|

Un modello di produzione e distribuzione alimentare sostenibile e resiliente

|

Coronavirus e sostegno economico a lavoratori, stagisti e imprese: facciamo il punto!

|

“La salute non è in vendita”: sei richieste per salvare la sanità pubblica

|

“La condivisione ci salverà!”: Gabriele e tutti i volontari dell’emergenza coronavirus

|

Una app per rimettere in pista le piccole botteghe verso una nuova economia

|

Ashoka: la rete degli imprenditori sociali che stanno trasformando il mondo – Io faccio così #285

Copy link
Powered by Social Snap