Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
27 Apr 2018

RepAir: la prima maglietta antismog prodotta in Piemonte

Scritto da: Paolo Cignini

RepAir è la prima maglietta antismog ideata dalla startup piemontese Kloters: grazie ad un piccolo inserto inserito in una tasca, è capace di neutralizzare le sostanze inquinanti e ripulire l’aria, disgregando gli ossidi di azoto.

E’ nata a Torino, una delle città (purtroppo) più inquinate d’Italia, la prima maglietta mangia smog. Si chiama RepAir, ed è un prodotto ideato da due ragazzi piemontesi, Marco Lo Greco e Silvio Perrucca, insieme al ligure Federico Suria.

I tre sono i fondatori della start-up Kloters, una piccola casa di moda che ha dato vita ad una t-shirt in grado di “pulire” l’aria intorno: per farlo, la maglia ha un piccolo inserto chiamato “The Breath”, un materiale brevettato dalla società Anemotech srl e testato secondo vari standard internazionali, utilizzato in passato solo nell’arredamento di interni e per banner pubblicitari esterni, capace di neutralizzare le sostanze inquinanti, i batteri e gli odori sgradevoli e che oggi RepAir porta anche nel settore della moda, grazie anche alla piena collaborazione di Anemotech.

Dato che ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt, questa potrebbe essere una buona idea per utilizzarle al meglio: un vero e proprio progetto di “sharing ecology”, come definito dai fondatori di Kloters.

Il tessuto, certificato anche dai test dell’Università Politecnica delle Marche, disgrega e cattura le molecole inquinanti come gli ossidi di azoto e i composti organici volatili.

Un inserto di The Breath è contenuto in una tasca della maglietta, che sarà prodotta solo nei colori bianco e nero e che potrà essere indossata sia da uomini che da donne, e lavora senza bisogno di essere alimentato da fonte energetiche esterne: due strati esterni combattono muffe, batteri e cattivi odori mentre uno intermedio, in fibra adsorbente carbonica additivata con nano molecole, è capace di assorbire e disgregare le microparticelle inquinanti.

Per trovare la maglietta in vendita bisogna però aspettare fino al Giugno 2018, quando sarà in vendita nei negozi e sul sito www.kloters.com, mentre a maggio una campagna di crowdfunding su Kickstarter permetterà l’acquisto, a prezzo di lancio, in anteprima del prodotto.

Per maggiori informazioni sul prodotto: https://kloters.com/pages/repair

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Come affronteremo la crisi del debito? – Io Non Mi Rassegno #112

|

Capanna di Betlemme: un esempio di accoglienza e ospitalità nei giorni dell’emergenza

|

Emergenza Covid-19: riparti dalle tue risorse interiori

|

Matteo Ficara: “Con l’immaginazione può rinascere una specie felice!” – Meme #33

|

Cinemambiente a casa tua: i film per ripensare il nostro futuro

|

Felber: “Perché non si affronta la crisi ambientale come il coronavirus?”

|

Stop agli attendismi: d’inquinamento e di traffico si muore!

|

Un modello di produzione e distribuzione alimentare sostenibile e resiliente

Copy link
Powered by Social Snap