27 Apr 2018

RepAir: la prima maglietta antismog prodotta in Piemonte

Scritto da: Paolo Cignini

RepAir è la prima maglietta antismog ideata dalla startup piemontese Kloters: grazie ad un piccolo inserto inserito in una tasca, è capace di neutralizzare le sostanze inquinanti e ripulire l’aria, disgregando gli ossidi di azoto.

E’ nata a Torino, una delle città (purtroppo) più inquinate d’Italia, la prima maglietta mangia smog. Si chiama RepAir, ed è un prodotto ideato da due ragazzi piemontesi, Marco Lo Greco e Silvio Perrucca, insieme al ligure Federico Suria.

I tre sono i fondatori della start-up Kloters, una piccola casa di moda che ha dato vita ad una t-shirt in grado di “pulire” l’aria intorno: per farlo, la maglia ha un piccolo inserto chiamato “The Breath”, un materiale brevettato dalla società Anemotech srl e testato secondo vari standard internazionali, utilizzato in passato solo nell’arredamento di interni e per banner pubblicitari esterni, capace di neutralizzare le sostanze inquinanti, i batteri e gli odori sgradevoli e che oggi RepAir porta anche nel settore della moda, grazie anche alla piena collaborazione di Anemotech.

repair maglietta antismog 1524818203

Dato che ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt, questa potrebbe essere una buona idea per utilizzarle al meglio: un vero e proprio progetto di “sharing ecology”, come definito dai fondatori di Kloters.

Il tessuto, certificato anche dai test dell’Università Politecnica delle Marche, disgrega e cattura le molecole inquinanti come gli ossidi di azoto e i composti organici volatili.

Un inserto di The Breath è contenuto in una tasca della maglietta, che sarà prodotta solo nei colori bianco e nero e che potrà essere indossata sia da uomini che da donne, e lavora senza bisogno di essere alimentato da fonte energetiche esterne: due strati esterni combattono muffe, batteri e cattivi odori mentre uno intermedio, in fibra adsorbente carbonica additivata con nano molecole, è capace di assorbire e disgregare le microparticelle inquinanti.

Per trovare la maglietta in vendita bisogna però aspettare fino al Giugno 2018, quando sarà in vendita nei negozi e sul sito www.kloters.com, mentre a maggio una campagna di crowdfunding su Kickstarter permetterà l’acquisto, a prezzo di lancio, in anteprima del prodotto.

Per maggiori informazioni sul prodotto: https://kloters.com/pages/repair

Vuoi cambiare la situazione di
cicli produttivi e rifiuti in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
Intervista a Gunter Pauli, il fondatore della blue economy

B.E.S.T., giovani fashion designers a Cittadellarte per il futuro della moda sostenibile

“Festasaggia” alla conquista del territorio nazionale
“Festasaggia” alla conquista del territorio nazionale

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Criptofollie – #422

|

Torino incontra gli innovatori sociali che cambiano il mondo con la forza dei loro sogni

|

Domenico Chionetti: “Le mie giornate al G8 al fianco dei disobbedienti”

|

Scienza e religione: dopo secoli di conflitto siamo giunti a un nuovo connubio?

|

Ecco i mobility manager, per unire aziende e istituzioni nel nome di una mobilità sostenibile

|

La nuova vita di Nicola in Madagascar: “Tsiryparma sostiene le foreste e i loro abitanti”

|

Creative Mornings Ancona: incontrarsi a colazione e parlare di… – Io Faccio Così #336

|

La Dog Therapy arriva tra i banchi di scuola per donare il sorriso ai bambini