Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
9 Mag 2018

Arriva a Torino “On the green road”, il filmdoc che racconta l’ecologia dal basso

Arriva, per la prima volta a Torino, On The Green Road, il film documentario che racconta il cambiamento ecologico, la cui diffusione è divenuta un vero proprio evento in Francia. Il film e l’omonima associazione, nascono dal viaggio intrapreso in bicicletta in 26 paesi da due giovani neodiplomati francesi, con il desiderio di esplorare e raccontare le azioni ecologiche nel Sud del mondo: Siméon Baldit de Barral e Alexandre Haslé de Barral.

Sarà proprio Siméon Baldit de Barral, regista del film insieme ad Alexandre Haslé de Barral e a Medhi Kahtane, ad introdurre la visione del film, alle 18 di martedì 15 maggio 2018, presso l’aula magna del Campus Luigi Einaudi dell’Università degli Studi di Torino (Lungo Dora Siena 100), in occasione di una proiezione aperta al pubblico voluta e organizzata dal gruppo studentesteco di impegno ambientale R-Eact e dal progetto Mercato Circolare dell’Associazione Pop Economix, con l’Associazione “On The Green Road” e il patrocinio del Festival Cinemambiente. Al termine della proiezione il regista dialogherà con il direttore del Festival Cinemambiente Gaetano Capizzi e con il pubblico.

Il film mostra la transizione ecologica come qualcosa di attuale, concreto, e già in azione in tutto il mondo, soprattutto attraverso azioni individuali o collettive locali, informate ed impegnate. Attraverso incontri e interviste con i protagonisti di queste azioni, il film è un inno all’agire localmente e pensare globalmente, all’azione individuale e collettiva locale, alla cittadinanza attiva.

Dopo Roma, Firenze, Bologna Venezia, Padova e Milano, la tappa torinese sarà la settima in Italia di un tour che, a partire dal 24 aprile, ha portato per la prima volta nel nostro Paese il progetto dell’Associazione “On The Green Road”, nata insieme al viaggio e cresciuta con il film e il tour: dal 2015, il documentario è stato proiettato più di 200 volte in Francia e all’estero nei contesti più diversi, dalle scuole elementari in Burkina Faso al Parlamento Europeo a Bruxelles.

Il documentario dura 80′, ed è sottotitolato in italiano. La scelta di non distribuire il film nel mercato convenzionale è voluta, per garantire una maggiore condivisione da parte di tutti: per finanziare le sue proiezioni On The Green Road si basa così sull’offerta libera del pubblico o di soggetti promotori.

Informazioni e contatti
Adele Ghiselli – On The Green Road – +39 339 13 34 213 –
Nadia Lambiase – Mercato Circolare – +393355397304

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

La crisi del petrolio e la potenza degli oceani – Io Non Mi Rassegno #110

|

Stop agli attendismi: d’inquinamento e di traffico si muore!

|

Un modello di produzione e distribuzione alimentare sostenibile e resiliente

|

Coronavirus e sostegno economico a lavoratori, stagisti e imprese: facciamo il punto!

|

“La salute non è in vendita”: sei richieste per salvare la sanità pubblica

|

“La condivisione ci salverà!”: Gabriele e tutti i volontari dell’emergenza coronavirus

|

Una app per rimettere in pista le piccole botteghe verso una nuova economia

|

Ashoka: la rete degli imprenditori sociali che stanno trasformando il mondo – Io faccio così #285

Copy link
Powered by Social Snap