20 Nov 2018

A Montemignaio tipicità e tradizioni si valorizzano anche “aspettando il Natale”

A Montemignaio torna il tradizionale fine settimana di “Aspettando il Natale”. Un intero paese coinvolto, il 24 e 25 novembre, nell'evento che porta in mostra prodotti locali, enogastronomici e artigianali e propone tante iniziative per adulti e bambini alla scoperta di questo piccolo paese.

Nel suo piccolo, è una capitale del Natale. Stiamo parlando di Montemignaio, il Comune più piccolo del Casentino ma anche il paese dell’albero di Natale, che anche quest’anno anticipa il periodo delle feste con “Aspettando il Natale”, evento in programma sabato 24 e domenica 25 novembre, con una serie di proposte che animano tutto il paese per il weekend. Il borgo, l’antico castello, la pieve, tutto è pronto a comporre uno scenario da presepe, termine quanto mai appropriato in questo periodo.

L’Associazione Montemignaio Sviluppo – con la collaborazione del Comune di Montemignaio e il patrocinio dell’Unione dei Comuni Montani del Casentino – ha reso noto il programma della festa, che prevede varie iniziative dislocate in vari punti di Montemignaio.

Sabato 24 novembre, per chi vuole camminare si parte con un trekking gratuito per le frazioni del Comune di Montemignaio; dalle 14 alle 19 mostra mercato a km zero con 85 espositori di prodotti locali, enogastronomici e artigianali toscani.
Torna anche la mostra mercato pomologica con le mele casentinesi. E ancora, esibizioni della “Compagnia della Gorga Nera con arcieri e rievocazione di antichi mestieri alla Pieve. Alle 15, “Il rito del pane” presso il forno comunitario al Castello. Alle 16:30 in Pieve spettacolo del coro Viscantus. A seguire, dimostrazione: la pulenda di castagne nel paiolo dì rame alla montemignaiese (al Castello), poi ancora lanterne volanti realizzate dai bambini della scuola elementare di Montemignaio e letture di Irene Ziller dal titolo “Trame – storie di donne in Casentino”.

Domenica 25 novembre si replica, iniziando di nuovo con il trekking per scoprire Montemignaio e i suoi angoli nascosti. Gli stand del mercato riaprono già alle 9 con anche la mostra pomologica con le mele Casentinesi e il mercato a km zero. Dalle 10 alle 19, rappresentazioni del presepe vivente nel borgo medievale con la compagnia di Londa, e dalle 14 alle 19 esibizione degli arcieri del lago, arcieri medioevali e antichi mestieri nei pressi della Pieve. Dalle 15 alle 18, “Asino bus” per bambini, dalla località La Pista al Mulino. A seguire le dimostrazioni: la pulenda dì castagne nel paiolo dì rame alla montemignaiese. Alle 17 nella Pieve, concerto del coro Saint Mary Gospel Choir, Direttore Maurizio Bonatti.

Durante la manifestazione i bambini potranno incontrare Babbo Natale per le vie del paese, o visitare domenica il villaggio di Babbo Natale e degli Elfi al Castello.

Articoli simili
“A silent Christmas” con Naturalmente Pianoforte
“A silent Christmas” con Naturalmente Pianoforte

E i Ringraziamenti? Dove li vogliamo mettere? Qui!

Viva, il bando che fa ripartire l’offerta culturale “dal vivo” nelle città
Viva, il bando che fa ripartire l’offerta culturale “dal vivo” nelle città

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

I Medici per l’Ambiente: “Basta allevamenti intensivi, senza biologico non c’è futuro”

|

E se il Covid ci avesse indicato la via per risolvere la crisi della scuola italiana?

|

In Piemonte c’è una “foresta condivisa” di cui tutti possono prendersi cura

|

IT.A.CÀ: in viaggio per il levante ligure per riconquistare il diritto a respirare

|

Pitaya: «Realizzo assorbenti lavabili per diffondere consapevolezza e sostenibilità»

|

Te Araroa: un viaggio per sé stessi e gli altri oltre i propri limiti

|

Marta: donne e antiproibizionismo per il futuro della canapa italiana