24 Dic 2018

Ricette #19 – Biscotti natalizi al cacao

Scritto da: Giulia Napolitano

Quale momento migliore del Natale per preparare insieme a tutta la famiglia fragranti biscotti al cacao? In questo articolo la dottoressa Giulia Napolitano ci spiega come farli senza utilizzare burro e uova. Un dolce vegan squisito e semplice da preparare.

In questo clima di festività siamo tutti intenti nelle decorazioni: alberi, negozi, strade, case… A casa nostra io adoro fare l’albero di Natale, rigorosamente “finto” e di materiali riciclabili. Quest’anno ne ho fatto uno di feltro rivestendo un treppiedi che avevamo in casa: è bastato decorarlo con palline di origami e lucine. Però per me “Natale” ha il sapore di biscotti appena sfornati, uno spuntino assolutamente irrinunciabile.

 

Io non sono un’amante dei biscotti in generale – fosse per me, credo che molte aziende produttrici fallirebbero – ma adoro i biscotti fatti in casa: hanno una fragranza e un gusto davvero inimitabile.

18300872_460105167671710_1862072495645208634_n

In genere la pasta frolla classica richiede l’uso del burro e delle uova, e sinceramente, non sono mai stata brava a farne una decente. Ringrazio quindi le mie sperimentazioni vegan che mi hanno portato a scoprire la pasticceria cruelty free che è l’unica che mi riesce! Quindi non temete se non avete mai provato a fare un dolce vegan, provate: è più semplice di quel che sembra!

 

In questa ricetta ho voluto ricreare dei biscotti semplici al cacao, con l’intento di decorarli con una glassa di zucchero: in realtà non siamo mai arrivati a questa fase, visto che sono stati letteralmente divorati prima che potessi mettermi all’opera.

 

Contengono cacao e vi consiglio di utilizzare una polvere cruda: ha un sapore molto più buono ed è meno lavorata, mantenendo intatte molte proprietà, tra cui il contenuto di acido folico, potassio e calcio. Usando cacao crudo inoltre si conservano le proprietà antiossidanti tipiche di questo frutto che subiranno una sola breve cottura (quella dei biscotti).

 

Per quanto riguarda la farina il consiglio è quello di macinarla al momento, usando un piccolo mulino casalingo, oppure di fornirsi da produttori che garantiscono la freschezza del prodotto. In questa ricetta ho usato una farina di grano tenero integrale mescolata con una farina di farro in pari proporzioni: potete però creare la miscela che volete. Con queste dosi e questi ingredienti sono venuti particolarmente croccanti e friabili: nulla da invidiare ai biscotti classici!

biscotti-natalizi

Ingredienti
300 gr di farina (io ho fatto metà farro e metà integrale di grano tenero)
140 gr di zucchero di canna mascobado
40 gr di cacao amaro in polvere
100 gr di olio di semi di girasole spremuto a freddo
100 ml di acqua
lievito per dolci

 

Preparazione
Unite la farina con lo zucchero e il cacao mescolandoli per bene. Dopo di che unite l’olio e mescolate bene in modo da distribuire l’olio in modo omogeneo. Per ultimo unite l’acqua e impastate fino ad ottenere un impasto bello liscio, che lascerete in frigo per almeno un’ora.

 

Passato il tempo stendetelo con un mattarello e aiutandovi con uno stampino (o con il bordo di un bicchiere) formate i biscotti – se contate di appenderli all’albero di natale ricordatevi di fare un buco per il filo prima della cottura. Infornate a forno statico per una decina di minuti a 180° e lasciate freddare.

 

 

Articoli simili
“Rompiamo il muro del pregiudizio, con dolci naturali e consapevoli”
“Rompiamo il muro del pregiudizio, con dolci naturali e consapevoli”

Appello all’unità del movimento vegetariano, vegan, animalista ed ecologista
Appello all’unità del movimento vegetariano, vegan, animalista ed ecologista

“Qui proteggiamo gli animali e diamo loro una seconda possibilità”
“Qui proteggiamo gli animali e diamo loro una seconda possibilità”

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Sea-ty e le reti fantasma: “Liberiamo i fondali dalle attrezzature da pesca abbandonate”

|

Nasce il Badante agricolo di comunità che aiuta le persone anziane nella cura dell’orto

|

L’apprendimento non va in vacanza: cronaca di un’estate da homeschooler

|

Caltanissetta ricorda i “carusi di Sicilia”, i piccoli schiavi delle miniere di zolfo

|

Paolo Rumiz: i viaggi e la riscoperta dei monti naviganti

|

Sensuability: per uscire vivi, gioiosi e gaudenti dalla morsa dei tabù – Amore Che Cambia #18

|

Alla facoltà di infermieristica gli studenti imparano la gentilezza