22 Gen 2019

Linfa, l’app che mette in rete i negozi di vicinato

Linfa è un’applicazione che sostiene l’economia del territorio offrendo servizi per i negozi di vicinato e per i loro clienti. L'obiettivo è superare le difficoltà dovute all'isolamento geografico e favorire la funzione sociale del commercio. Il progetto è attivo in provincia di Brescia ed è sostenuto dal programma V@lli Resilienti di Fondazione Cariplo.

Lombardia - Immaginate un territorio montano, considerato marginale e periferico rispetto ai grandi centri, in cui la morfologia rende complessa la logistica dei servizi più elementari, come fare la spesa o trovare una baby sitter. Immaginate una comunità coesa, con un tessuto sociale ed economico a misura d’uomo, ispirato alla tradizione artigianale ma al tempo stesso desideroso di innovarsi.

 

Immaginate infine la comodità di poter ordinare prodotti o servizi direttamente dal vostro cellulare e andarli a prendere quando volete, senza dover ricorrere a grandi piattaforme di e-commerce eticamente discutibili.

 

Il prossimo progetto potrebbe essere il tuo!

Ogni giorno parliamo di uno dei migliaia di progetti che costellano il nostro paese. Vorremmo raccontarne sempre di più, mappare tutte le realtà virtuose, e magari anche la tua, ma per farlo abbiamo bisogno che ognuno faccia la sua parte.

Grazie a te questo contenuto è gratuito!

Dal 2013 i nostri contenuti sono gratuiti grazie ai nostri lettori che ogni giorno sostengono il nostro lavoro. Non vogliamo far pagare i protagonisti delle nostre storie e i progetti che mappiamo. Vogliamo che tutti possano trovare ispirazione nei nostri articoli e attivarsi per il cambiamento.

E adesso smettete di immaginare! Non ce n’è più bisogno, perché tutto questo esiste già. Si chiama Linfa ed è un’app che è stata sviluppata nelle valli bresciane e sostenuta dal programma V@lli Resilienti di Fondazione Cariplo.

 

Siamo andati a trovare gli ideatori per capire come funziona e in che modo può essere un aiuto concreto e decisivo nello sviluppo del tessuto socio-economico di questo territorio. «Linfa è un’app che dispone di una rete di postini che vi portano a casa o in azienda ciò che avete ordinato dal telefono o in uno degli info point disseminati sul territorio», spiega la responsabile Giulia Corsini.

 

Diversamente da molte piattaforme online infatti, Linfa si appoggia ad alcuni negozi e punti d’incontro dei paesi della valle, in modo da favorire comunque il contatto umano fra gli utenti e gli esercenti. «Presso gli info point si può accedere all’applicazione, ordinare servizi e prodotti del territorio, ricaricare il credito, ritirare ciò che si è ordinato e chiedere aiuto a personale appositamente formato».

 

La funzione sociale di Linfa emerge in maniera preminente dalle ulteriori informazioni che Giulia ci fornisce: «Il progetto nasce da una cooperativa sociale di tipo B, Andropolis, che si occupa di inserimento lavorativo. L’obiettivo è rispondere ai bisogni degli abitanti del territorio attraverso la messa in connessione».

 

Attraverso l’app è possibile prenotare servizi come aiuto compiti, assistenza agli anziani o consegna della spesa, ma anche partecipare a iniziative culturali di scoperta e valorizzazione della zona. Anche queste iniziative, così come lo stesso progetto Linfa, possono contare sul sostegno decisivo della rete di partner pubblici e privati creatasi grazie al progetto V@ALLI RESILIENTI – Resistere innovando la tradizione e progredire costruendo opportunità. Valletrompia e Vallesabbia: un ponte verso la città! finanziato dal programma AttivAree di Fondazione Cariplo, finalizzato a rivitalizzare le aree interne, oggi considerate spesso degradate e marginali.

negozi di vicinato

Linfa è una bellissima idea, replicabile ovunque, che non solo offre un servizio di fondamentale importanza per negozianti e abitanti, ma contribuisce anche con forza allo sviluppo del territorio, invitando anche chi non lo conosce o non lo frequenta a scoprirlo. Gli info point infatti saranno anche dei punti presso i quali sarà possibile avere informazioni turistiche legate al circuito Valli accoglienti e solidali.

 

«Quando abbiamo pensato al nome Linfa – conclude Giulia – ci siamo immaginati un fluido che scorrendo nelle nostre valli potesse ridare colore e nutrimento al nostro territorio. Credo che la forza di Attivaree e V@lli Resilienti, anche grazie a Linfa sia proprio questa: guardare con altri occhi ciò che c’è già, mixando tecnologia e tradizione, innovazione e artigianalità, per far emergere il valore della nostra realtà».

 

 

Articoli simili
Pronti alla vera contaminazione?
Pronti alla vera contaminazione?

Roberta Trucco a I(n)spira-Azioni: maternità surrogata, abbiamo sempre diritto a essere genitori? – #3
Roberta Trucco a I(n)spira-Azioni: maternità surrogata, abbiamo sempre diritto a essere genitori? – #3

“È stregoneria”, ovvero come il colonialismo europeo ha cancellato millenni di storia africana
“È stregoneria”, ovvero come il colonialismo europeo ha cancellato millenni di storia africana

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

L’Overshoot Day 2022 italiano è già arrivato – #521

|

Le persone piccole: come crescono i bambini e le bambine nella comunità educante di un ecovillaggio

|

Apre il Covo degli Orsi, la nuova “casa rossa” per i genitori dei pazienti del Gaslini

|

“Dal lato all’altro della finestra di una RSA, il telefono ci unisce”

|

Guerra in Ucraina: come viene raccontata e percepita in Russia?

|

I(n)spira-Azioni racconta gli effetti dei cambiamenti climatici con Luca Barani e The Climate Route – #6

|

Alice In The Lab: le creazioni etiche di una giovane che ha scelto di vivere in modo ecologico

|

Una Mappatura Collettiva per trasformare i luoghi abbandonati della città in beni comuni