Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
13 Mag 2020

Ripensare la scuola per ricostruire le comunità: l’Officina dei Beni Comuni

Scritto da: Lorena Di Maria

Appuntamento giovedì 14 maggio con un nuovo incontro online dell’Officina dei Beni Comuni organizzata da Labsus – Laboratorio per la sussidiarietà. Questa volta il tema sarà incentrato sulla scuola, attraverso un dibattito tra vari esperti che si confronteranno su come i nostri territori stanno rispondendo all'emergenza e sulle nuove sfide che ci attendono.

Come possiamo ripensare la scuola che verrà nei prossimi mesi? Quali esperienze emerse sul territorio, quali idee possono esserci d’aiuto nel ripensare e co-progettare attività e servizi per i bambini rinnovando il ruolo della scuola quale presidio di comunità nei quartieri?

Durante l’emergenza Coronavirus, ancora in corso, i bambini hanno perso il loro quotidiano riferimento con il luogo dell’apprendimento, della scoperta e della relazione: la scuola. Nelle ultime settimane la società civile si è mobilitata da un lato per supportare le attività delle istituzioni scolastiche, dall’altro avanzando proposte creative per far fronte alle necessità dei bambini e delle famiglie.

Vuoi cambiare la situazione
dell'educazione in italia?

ATTIVATI

Giovedì 14 Maggio dalle 17:30 alle 19:00 avrà luogo il dibattito online in diretta facebook dal titolo “Coprogettare il Bene Comune scuola“, evento organizzato da Labsus – Laboratorio per la sussidiarietà nell’ambito del progetto “Patti per l’amministrazione condivisa nell’area metropolitana di Torino” con il sostegno di Fondazione Compagnia di San Paolo.

Durante l’incontro si confronteranno esperti del mondo accademico, dell’educazione, dell’associazionismo, per raccontare come i nostri territori stanno reagendo alla ricerca di nuove soluzioni per gestire quest’emergenza.

La scuola è certamente un osservatorio necessario per cogliere i bisogni, le risorse e le difficoltà delle nuove generazioni. In questo senso è fondamentale comprendere, in questo momento storico, qual è la responsabilità di insegnanti e docenti, quella delle famiglie e dei decisori politici nel ripensare la scuola e i metodi educativi alla luce della situazione attuale e del nostro domani.

Introdurrà e modererà l’incontro Ianira Vassallo di Labsus – Laboratorio per la sussidiarietà. Saranno presenti la psicoterapeuta Ester Chicco di “Psicologi Nel Mondo-Torino”, Erika Mattarella, referente della Coop Liberitutti e dei Bagni Pubblici Via Agliè, Gianluca Cantisani, Presidente MoVI – Movimento di Volontariato Italiano e Associazione Genitori Scuola “Di Donato” di Roma, Direzione Didattica Collegno III, Scuola Aperta e Condivisa I. Calvino, Manuela Naldini dell’Università degli Studi di Torino – Alleanza per l’infanzia e Ludovico Albert, Presidente Fondazione per la Scuola della Compagnia di San Paolo.

Per iscriversi e partecipare all’evento consultare il seguente link.

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Esplosione a Beirut: i nuovi retroscena – Io Non Mi Rassegno #196

|

L’ecovillaggio Torri Superiore, il cantiere del vivere sostenibile che ha fatto la storia – Io faccio così #295

|

Elena e Sara: la rivoluzione degli abiti usati per “riformare” il sistema moda

|

Il cammino delle panchine invita le persone a sostare su ciò che è importante

|

A Palermo i ragazzi del carcere minorile ripartono dai biscotti

|

Piccole scuole e piccoli comuni? Creiamo un’allenza educativa virtuosa

|

Come creare una società più equa e collaborativa nella ripresa post Covid-19?

|

Nocciola Italia: contadini e cittadini contro l’avanzata delle monoculture