30 Lug 2020

Lindbergh, un gruppo di professionisti in risposta alla complessità della vita comunitaria

Scritto da: Emanuela Sabidussi

Mediazione, inclusione e disabilità, partecipazione giovanile, famiglia e genitorialità. Sono questi gli ambiti in cui opera Lindbergh, la cooperativa sociale che da diciotto anni supporta la comunità di La Spezia attraverso un team di professionisti con diverse specializzazioni. Oggi conta circa ottanta operatori e oltre seicento beneficiari.

La Spezia - Era il 2002 ed in Italia esistevano ben poche cooperative sociali, di cui la maggior parte erano concentrate in Emilia Romagna ed in Lombardia.
Fu allora che un gruppo di professionisti con diverse specializzazioni – tra cui educatori, psicologi e pedagogisti – decisero di creare una cooperativa sociale a La Spezia, investendo sul loro territorio di provenienza. Ed è così che diedero vita alla Cooperativa Lindbergh, con l’intento di creare attività di supporto alle persone, cercando di andare oltre alla sola assistenza, o alla visione più tradizionale di educazione.

Lindbergh

I settori in cui opera
La cooperativa offre sul territorio spezzino diversi servizi rivolti a famiglie, persone con disabilità, ma non solo. Per comprendere meglio l’organizzazione e la struttura della cooperativa abbiamo intervistato Ciro Picariello presidente della cooperativa, il quale ci ha spiegato che: «Nonostante le attività svolte siano molto differenti, la metodologia comune permette una qualità dei servizi offerti molto alta e un’organizzazione interna ben strutturata.

Le attività organizzate sono davvero tante e si raggruppano per semplicità di comprensione in tre principali macro aree:
Inclusione e disabilità, che include tutte le attività rivolte a persone portatrici di disabilità. Tra queste vi sono oltre a servizi più classici come la gestione di centri diurni, anche progetti di inclusione lavorativa e laboratori occupazionali come la libreria “Il libro dei sogni” e la falegnameria “Diversamente mobili”: due esempi meravigliosi di come persone diversamente abili possano essere una ricchezza per il mondo lavorativo.

cooperativa Lindberg1

Mediazione e attività educative. In quest’area troviamo diversi progetti di accompagnamento all’età adulta rivolti a giovani dai 16 ai 21 anni, di supporto all’inserimento lavorativo, di mediazione conflitti e mediazione familiare, di mediazione adulti con disagio psichiatrico e lo sportello sociale per la casa
Attività rivolti ai minori, tra cui centro di aggregazione, l’asilo “Aereo di carta”, progetti in collaborazione con istituti scolastici e centri estivi.»

Famiglie e dintorni
Di quest’ultima macro area fanno parte anche tutti i servizi rivolti alle famiglie spezzine, che prevede un vero e proprio “modello di intervento che possa rispondere alla complessità dei bisogni che emergono dalla naturale evoluzione dei sistemi familiari, avvalendosi di strumenti diversificati di consulenza psicologica ed educativa, percorsi educativi personalizzati, mediazione dei conflitti familiari e sostegno psicologico.

L’idea che sta alla base è creare un luogo dove professionisti qualificati possano affrontare le difficoltà e le problematiche che possono emergere nelle diverse fasi di evoluzione e la crescita del nucleo familiare, insieme a figli, singoli, coppie e famiglie. L’equipe è formata da un gruppo di professionisti che in maniera complementari sostengono i nuclei familiari, ognuno per la propria area di competenza: mediatori, psicologi, pedagogisti, educatori ed avvocati.

Il prossimo progetto potrebbe essere il tuo!

Ogni giorno parliamo di uno dei migliaia di progetti che costellano il nostro paese. Vorremmo raccontarne sempre di più, mappare tutte le realtà virtuose, e magari anche la tua, ma per farlo abbiamo bisogno che ognuno faccia la sua parte.

Vorresti leggere più contenuti come questo? 

Articoli come quello che hai appena letto sono gratuiti e aperti, perché crediamo che tutti abbiano il diritto di rimanere informati. Per questo abbiamo scelto di non nascondere i nostri contenuti dietro paywall, né di accettare contributi da partiti o aziende compromesse. Per continuare a farlo abbiamo bisogno del tuo contributo. Fai la tua parte, aiutaci a costruire un’informazione sempre più approfondita.

17492914 716660805161408 4584449822031754124 o

Cooperazione sul territorio
La cooperativa Lindbergh sin dalla sua nascita collabora in maniera attiva insieme agli altri protagonisti del territorio. Tra questi i Comitati territoriali della Spezia di Arci e Uisp, i principali enti pubblici locali, l’Asl5 e gli Istituti scolastici.

I numeri
La cooperativa in questi 18 anni di attività è cresciuta molto, rafforzandosi sempre di più, sia in termini di fatturato, che in numero di personale impiegato, ampliando l’impegno nei diversi settori di interesse.
Ad oggi conta circa un’ottantina di operatori qualificati con diverse specializzazioni e 650 persone circa che usufruiscono dei diversi servizi proposti.

Con il suo impegno e la sua storia a fianco della comunità, la cooperativa sociale Lindbergh può essere d’esempio, secondo noi, ad altre realtà, per mostrare come servizi rivolti a persone più fragili possano non solo proporre un valido e professionale supporto, ma essere anche strumento di integrazione e facilitazione di processi sociali sul territorio in cui opera.

Articoli simili
Io faccio così #10 – “Dalla Sicilia ripartirà tutto”. Roberto Li Calzi: da “Le Galline felici” agli Sbarchi Gas

Economia circolare e solidale: impara un nuovo modo di fare impresa!
Economia circolare e solidale: impara un nuovo modo di fare impresa!

Economia solidale: Italia Che Cambia a Solikon 2015

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Daniela Ducato è la nuova presidente di WWF Italia! – #528

|

Grounded: ritrovarsi in alta montagna per riconnettersi alla natura ed esplorare il proprio potenziale

|

Sicily coast to coast, il giro della Sicilia in bicicletta per raccogliere fondi per la disabilità

|

Ci sarà un bel clima: il collettivo che valorizza la montagna a passo lento

|

La storia di Adele, che è tornata in Calabria per fare l’artigiana e vivere la sua terra

|

Obbligo vaccinale per le professioni socio-sanitarie: cosa sta succedendo all’interno degli Ordini?

|

La cosmetologa Gloriana Assalti: “Non vergognatevi del vostro corpo, valorizzatelo”

|

Da Tunisi a Milano in bicicletta: “Lo faccio per sostenere chi salva vite umane”