27 Mar 2013

Compagni di viaggio in movimento! (e una video-intervista)

Scritto da: Daniel Tarozzi

Oggi voglio segnalare due iniziative dei miei due compagni di viaggio attuali, Paolo Cignini ed Elisa Cutuli. Paolo, oltre ad […]

Oggi voglio segnalare due iniziative dei miei due compagni di viaggio attuali, Paolo Cignini ed Elisa Cutuli.
Paolo, oltre ad essere un ottimo videomaker, d’estate organizza dei campi con la sua associazione Lasa. Sono campi estivi all’aria aperta per bambini e ragazzi, sul mare, in tenda, con educazione ambientale, connessione con gli elementi e tanta gente splendida che li assite. Vi invito a leggere un articolo del Cambiamento (e a guardare il video) che approfondisce la questione.
IMG_9685
Elisa, invece, oltre ad essere giornalista e archeologa è una grande appassionata di danza (e anche ballerina, ma se glielo dite si arrabbia). Ha pubblicato da poco una bellissima intervista ad un’agente del cambiamento: Danza e ambiente, la battaglia ecologista di Sylvie Guillem.
IMG_9923
Nell’invitarvi ad approfondire dico loro, ancora una volta, grazie!
Chiudo segnalando una video-intervista realizzata ieri con un giornale Mediterraneo Oggi. La potete vedere qui:

Vuoi cambiare la situazione
del viaggiare in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
Cinque anni dopo… Un nuovo giro di boa!

Se non ti interessa questo articolo, non ti interessa l'Italia che Cambia

In viaggio, sono sempre in viaggio!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Sea-ty e le reti fantasma: “Liberiamo i fondali dalle attrezzature da pesca abbandonate”

|

Nasce il Badante agricolo di comunità che aiuta le persone anziane nella cura dell’orto

|

L’apprendimento non va in vacanza: cronaca di un’estate da homeschooler

|

Caltanissetta ricorda i “carusi di Sicilia”, i piccoli schiavi delle miniere di zolfo

|

Paolo Rumiz: i viaggi e la riscoperta dei monti naviganti

|

Sensuability: per uscire vivi, gioiosi e gaudenti dalla morsa dei tabù – Amore Che Cambia #18

|

Alla facoltà di infermieristica gli studenti imparano la gentilezza