Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
23 Mar 2013

L'Italia che Cambia e i mass media: resoconto degli ultimi appuntamenti

Scritto da: Daniel Tarozzi

La scorsa settimana, nel giro di due giorni, mi sono trovato in diretta su Radio 1, Ecoradio e Rai Tre. […]

La scorsa settimana, nel giro di due giorni, mi sono trovato in diretta su Radio 1, Ecoradio e Rai Tre. Partiamo dalla televisione. Mentre mi trovato in Puglia, nei pressi di un ecovillaggio, il Giardino della Gioia, ci ha raggiunto Emilia Brandi di Brontolo (il programma di Oliviero Beha) e ha realizzato una breve intervista mandata in onda lunedì 18 marzo. Trovate il servizio al minuto 40 del video presente cliccando su questo link. La sera di lunedì Ecoradio mi ha intervistato in diretta. Una lunga chiacchierata che, per una volta, mi ha permesso di esperimere qualche concetto di senso compiuto. Grazie!
IMG_9094
Infine, martedì 19, sono stato chiamato a partecipare ad un “dibattito” su Radio Uno. Il dibattito verteva sul Sud Italia e sulla crisi. Molti gli ospiti in diretta telefonica. Ho ascoltato 40 minuti gli eminenti ospiti e mi è stato “concesso di parlare” per pochi secondi e per di più con interruzioni continue. Non sono riuscito a dire praticamente nulla. Gli altri intereventi erano tutti a senso unico: quel povero sud Italia, abbandonato dalla aziende e bisognoso di aiuto, i poveri meridionali dispersi, la crescita che deve ripartire.

Perché mi telefonano e mi tengono in diretta senza farmi parlare? Come ho potuto pensare che Radio Uno mi permettesse di argomentare un discorso che, se espresso, sarebbe andato a minare molti dei luoghi comuni su cui si regge l’informazione e più in generale il potere? Sono stanco di essere umiliato, stanco di non essere rappresentato come cittadino, stanco di questa Italia che non cambia, asserragliata nei mass media prima ancora che in Parlamento.
Io so che esiste un altro Paese. L’ho incontrato ogni giorno in questi sei mesi. Prima o poi dovranno ascoltarvi, dovranno ascoltarci. E capiranno finalmente che il mondo che narrano non esiste più.
Mi raccomando, non prendete questo post come una lamentela. Non perdiamo tempo a lamentarci, siamo troppo impegnati a vivere!!!

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Esplosione a Beirut: i nuovi retroscena – Io Non Mi Rassegno #196

|

L’ecovillaggio Torri Superiore, il cantiere del vivere sostenibile che ha fatto la storia – Io faccio così #295

|

Elena e Sara: la rivoluzione degli abiti usati per “riformare” il sistema moda

|

Il cammino delle panchine invita le persone a sostare su ciò che è importante

|

A Palermo i ragazzi del carcere minorile ripartono dai biscotti

|

Piccole scuole e piccoli comuni? Creiamo un’allenza educativa virtuosa

|

Come creare una società più equa e collaborativa nella ripresa post Covid-19?

|

Nocciola Italia: contadini e cittadini contro l’avanzata delle monoculture