15 Apr 2014

Passamano, il negozio senza soldi

“Dal 1991 ho cominciato a recuperare oggetti. I vestiti che ho indosso vengono tutti da Passamano, sono tutti recuperati, e […]

“Dal 1991 ho cominciato a recuperare oggetti. I vestiti che ho indosso vengono tutti da Passamano, sono tutti recuperati, e casa mia è disseminata di “opere” trovate in giro o di oggetti autocostruiti. Recuperare e restaurare mobili o oggetti è per me terapeutico (…). L’idea è nata anche per lottare contro l’inceneritore. Tutto quello che vedi qui, probabilmente, a quest’ora sarebbe stato bruciato al suo interno”
Alessandro Borzaga, Bolzano, novembre 2012
10314340133_080e5e3965_b
Passamano è un negozio caratterizzato da una peculiarità interessante: le merci non si pagano. Le regole sono semplici: si possono prendere fino a 5 oggetti gratuitamente. Vestiti, cd, libri, bicchieri, piatti, porta foto. Tutto quello che si trova nel negozio si può portare via. Gli oggetti, infatti, sono frutto di donazioni della cittadinanza. Lo scopo dell’iniziativa è semplice: dare una seconda vita agli oggetti, incentivando così il riuso ed abbattendo la produzione dei rifiuti.
da “Io faccio così” pag. 99

Per saperne di più leggi:
 
io-faccio-cosi-libro-70810Daniel Tarozzi
Io faccio così
Viaggio in camper alla scoperta dell’Italia che cambia
 
 

Articoli simili
Realizzare con le proprie mani un luogo da chiamare casa: un esperimento di autocostruzione
Realizzare con le proprie mani un luogo da chiamare casa: un esperimento di autocostruzione

Torna il Festival delle Cose Belle, per costruire nuovi modelli di comunità ispirati al passato
Torna il Festival delle Cose Belle, per costruire nuovi modelli di comunità ispirati al passato

Le donne di Inspire si raccontano: “Eliminiamo il superfluo e arricchiamoci di ciò che è davvero importante”
Le donne di Inspire si raccontano: “Eliminiamo il superfluo e arricchiamoci di ciò che è davvero importante”

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Cosa succedeva nel 2012? Dieci cose che sono cambiate (in meglio) negli ultimi dieci anni

|

Da psicologa a Torino a operatrice olistica in val di Vara: la storia di Fulvia

|

Incendi dolosi per spendere poco e fare in fretta: gli speculatori fanno strage di ulivi del Salento

|

Nasce la Scuola Nazionale di Pastorizia per un rilancio delle aree interne e montane

|

Vi spieghiamo la filosofia di NaturaSì, dalla biodinamica al giusto prezzo per i contadini – Io Faccio Così #341

|

Parti con noi alla scoperta della Palermo che Cambia

|

Acqua bene comune, pubblico e sicuro: è ora di agire, prima che sia troppo tardi