25 Feb 2015

WWF: “Ecoreati nel Codice Penale subito”

Scritto da: Redazione

I reati ambientali,  che sono tuttora il  tallone d’Achille del sistema penale italiano, potrebbero divenire formidabili  strumenti di prevenzione e […]

I reati ambientali,  che sono tuttora il  tallone d’Achille del sistema penale italiano, potrebbero divenire formidabili  strumenti di prevenzione e repressione di inquinamenti, disastri ambientali, scempi di natura e lutti. 

 

Chevron oil hands

 

Puoi fare la differenza!

Immaginiamo il nostro giornale come una cassetta degli attrezzi per diventare un vero protagonista del cambiamento. Dentro ci trovi la mappa con i migliaia di progetti virtuosi, gli articoli, le video storie, i nuovi format video e tante progetti che stiamo costruendo insieme alla nostra comunità. 

Per continuare a farlo abbiamo bisogno di te.

Vorresti leggere più contenuti come questo? 

Articoli come quello che hai appena letto sono gratuiti e aperti, perché crediamo che tutti abbiano il diritto di rimanere informati. Per questo abbiamo scelto di non nascondere i nostri contenuti dietro paywall, né di accettare contributi da partiti o aziende compromesse. Per continuare a farlo abbiamo bisogno del tuo contributo. Fai la tua parte, aiutaci a costruire un’informazione sempre più approfondita.

È quanto sostiene il WWF Italia che chiede che la storica riforma del codice penale per i “delitti ambientali” sia approvata subito dal  Parlamento “senza se e senza ma” e  insieme a 25  Associazioni  che  rappresentano milioni  di italiani, chiede la soppressione del “ravvedimento  operoso” come causa di non punibilità dei delitti ambientali colposi.

Le 25 associazioni firmatarie dell’appello ‘In nome del popolo inquinato’ – promosso da Legambiente e Libera – si sono trovate martedi 24 febbraio in un sit-in davanti al Senato per chiedere “una prova di responsabilità dinanzi al Paese ed approvare senza ulteriori rinvii il Ddl sugli ecoreati, arrivato ieri a Palazzo Madama.

 

“Che siano Governo e Parlamento a fare un ‘ravvedimento operoso’, accelerando i tempi di approvazione  definitiva della legge e cancellando dal testo  il vergognoso emendamento, inserito di recente,  che consentirebbe veri  colpi  di spugna agli inquinatori che si ‘ravvedono’ e , dopo aver causato  danni incalcolabili all’ambiente e alla  salute , non sarebbero più punibili  a seguito  di una semplice dichiarazione di voler  bonificare   le aree che hanno per anni avvelenato”, ha dichiarato Patrizia Fantilli Direttore Ufficio Legale – Legislativo WWF Italia.

 
Con la nuova legge  sui “delitti ambientali”, approvata nel suo testo originario – che prevede  un inasprimento delle pene, l’innalzamento  dei tempi di prescrizione, l’introduzione nel  codice penale dei reati di inquinamento ambientale, disastro ambientale e traffico di materiale radioattivo-  potremmo finalmente  dire “mai più Eternit”.
 

 

Articoli simili
Evergreen Fest: l’appennino rinasce all’insegna della sostenibilità
Evergreen Fest: l’appennino rinasce all’insegna della sostenibilità

Salvare Scopello: in Sicilia un comitato si batte per proteggere un’area naturalistica dagli abusi edilizi
Salvare Scopello: in Sicilia un comitato si batte per proteggere un’area naturalistica dagli abusi edilizi

La Xylella Fastidiosa, il Covid e l’Homo Sapiens
La Xylella Fastidiosa, il Covid e l’Homo Sapiens

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

La nuova Costituzione “dal basso” cilena è pronta! – #552

|

Homers: con il co-housing la rigenerazione urbana si fa comunità – Io Faccio Così #358

|

È nata Robin Food, la cooperativa di rider sostenibile che vuole rivoluzionare il mondo delle consegne

|

Sikanamente, il gruppo di ragazzi che sono tornati nel borgo d’origine per farlo rivivere

|

Stop alle armi nucleari: Etica Sgr lancia un manifesto per proporre il disinvestimento finanziario

|

“Siccità è crisi climatica”: la protesta degli attivisti di Extinction Rebellion contro le scelte della politica

|

Il Fuoco, l’elemento sacro di consapevolezza per sé stessi e per il mondo

|

Ecoistituto Siciliano, valorizzare il territorio e le comunità locali attraverso la cultura della sostenibilità